Premio Di padre in figlio, la XIII Edizione dell’iniziativa nata nel 2008 per analizzare e valorizzare le esperienze di aziende familiari che hanno affrontato e risolto con successo il passaggio generazionale ha decretato come vincitore assoluto Salumificio Fratelli Beretta S.p.A., azienda lombarda leader nella produzione dei salumi DOP e IGP, oggi una delle più importanti e rappresentative realtà dell’industria alimentare italiana, presente in quasi tutti i paesi europei ed extraeuropei e fra le più dinamiche e rilevanti nell’export dell’Italian Food. Il Premio è realizzato con il supporto scientifico di LIUC Business School. Inoltre, il Family Business Lab (FABULA) della LIUC – Università Cattaneo, diretto da Salvatore Sciascia e Valentina Lazzarotti, anche quest’anno ha messo a disposizione gli strumenti di raccolta e interpretazione dei dati, fondamentali per analizzare profondamente e secondo modalità quanto più possibile oggettive le aziende partecipanti. La tredicesima edizione è stata promossa da Credem Euromobiliare Private Banking, EOS Management Consulting – Glasford International Italy, Pirola Corporate Finance, con il supporto tecnico di IGI Private Equity.

Premio Di padre in figlio, le motivazioni dell’affermazione del Salumificio Fratelli Beretta e gli altri vincitori

“Il Salumificio Fratelli Beretta, le cui forti radici, risalenti al 1812, e le 8 generazioni che si sono susseguite, sono la dimostrazione di resilienza e di una ben definita strategia di successione nell’ambito della famiglia. Una famiglia che ha saputo negli anni conciliare: valori, attenzione alla comunità degli stakeholders, rispetto agli ESG e una costante attività di sviluppo internazionale sia in Europa che nel resto del mondo, attraverso acquisizioni e aperture di nuovi siti produttivi.” Questa la motivazione della giuria. A fianco del vincitore assoluto, sono stati decretati inoltre 8 vincitori per ciascuna delle categorie indicate nel bando di partecipazione: Irsap S.p.A. per “Apertura del capitale o governance”; Probiotical S.p.A. per “Donne al comando”; Fontana Group. per “Fratelli al comando”; ETERNOO. per “Giovani imprenditori”; Lovato Electric S.p.A. per “Innovazione”; Persico S.p.A per “Internazionalizzazione”; Cosberg S.p.A. per “Piccole imprese”; Lanificio Luigi Colombo S.p.A per “Storia e tradizione”.