Pini Group, ha acquisito Geodata, società di geoingegneria nata a Torino nel 1984 e attiva in 20 paesi, e accelera così il suo percorso di crescita affermandosi a livello internazionale come azienda di riferimento nei servizi di progettazione, direzione lavori e consulenza per opere in sotterraneo.

Iscriviti alla newsletter di Intesa Sanpaolo: banner 1000x600

Iscriviti alla newsletter di Intesa Sanpaolo

Iscriviti alla newsletter e ricevi in anteprima l’esclusiva intervista a Jannik Sinner di Lisa Offside con le vostre domande al campione.


Geodata nata in Svizzera e con oltre 70 anni di esperienza sul mercato locale ed internazionale, con società controllate e succursali in Italia, Algeria, Argentina, Australia, Bolivia, Brasile, Canada, Cile, Ecuador, Grecia, India, Malesia, Nepal, Portogallo, Perù, Turchia  si occupa principalmente di progettazione di opere in sotterraneo e di opere legate al mondo dell’idroelettrico. Nata come azienda familiare Geodata è stata dal 2017 al 2022 controllata dal gruppo PowerChina.

Con l’acquisizione Pini Group riporterà alla piena operatività l’azienda che in questi 38 anni di attività ha progettato e seguito la realizzazione di oltre 4.000 km di gallerie e più di 3.500 progetti nel mondo relativi a metropolitane, ferrovie tradizionali e ad alta velocità, strade e autostrade, dighe e impianti idroelettrici, geologia e ambiente.  

Riconosciamo in Geodata un player d’eccellenza nel mondo dell’ingegneria underground e nel mondo dell’idroelettrico ed il nostro intento è quello di valorizzare tutti gli asset che hanno permesso a questa realtà di scrivere la storia dell’ingegneria: dai suoi lavoratori, alla rete di fornitori ai partner internazionali. Questa acquisizione si fonda su valori comuni che caratterizzano le due realtà. Sia Geodata che Pini nascono come aziende familiari, che grazie al duro lavoro, al dinamismo e alla ricerca dell’eccellenza son diventate player globali nel settore dell’ingegneria. Inoltre con l’acquisto di Geodata il gruppo Pini entra nel settore delle energie rinnovabili, con particolare focus per l’ambito idroelettrico. In un momento delicato, di transizione, come quello che stiamo vivendo possiamo mettere a disposizione del settore l’esperienza e la conoscenza di un gruppo dinamico, internazionale ed innovativo. Uniremo le forze per costruire insieme il futuro dell’ingegneria.” Afferma Andrea Galli, CEO di Pini Group 

Tra i progetti che nel corso di questi anni hanno reso Geodata un’eccellenza nel mondo dell’ingegneria underground, vi sono  la recente progettazione delle 6 linee di Metropolitana nella città di Istanbul, ancora in fase di costruzione, l’estensione della linea 5 della metropolitana di San Paolo in Brasile, il tunnel sotterraneo del fiume Maldonado a Buenos Aires e molti altri.

L’acquisizione darà una forte accelerata ai piani di sviluppo di Pini Group, che supera così i 700 dipendenti e rafforza la propria posizione di azienda leader nei servizi di progettazione, direzione lavori e consulenza con solide radici nel mercato italiano. 

Dal 2015, anno in cui ha inaugurato a Como la sua prima sede italiana, l’azienda ha consolidato la sua presenza in Italia anche a Roma, a Trento, a Torino, a Brescia e a Latina con oltre 100 collaboratori di alto profilo tecnico, operanti sui più importanti progetti nazionali di ingegneria civile. Tra i progetti più significativi si vogliono richiamare le nuove tratte RFI Giampilieri-Taormina-Fiumefreddo, 44,50 km di tracciato prevalentemente in sotterraneo, la linea Fortezza–Ponte Gardena e la linea ad AV Brescia-Verona (Consorzio CEPAV2), oltre alle attività di Direzione Lavori per la Galleria di Base del Brennero (BBT) e per la linea Lione-Torino (Telt).