Ir Top Consulting, accordo con Mediocredito Trentino Alto Adige

Affonda Piazza Affari in chiusura. A pesare sui listini di Borsa Italiana la zavorrata delle banche che precipitano a fine seduta. L’Euro Stoxx 50 mostra un calo dello 0,78%. Sulla stessa linea l’Ibex 35 che cede lo 0,85%. In rosso anche il Cac 40 a Parigi che scende dello 0,89%. In lieve calo il Dax 30 a -0,22%. Segue il Ftse 100 che perde lo 0,19%.

Borsa, affonda Piazza Affari. La peggiore in Europa

Sulla piazza di Milano il Ftse Mib risulta il peggiore della giornata precipitando dell’1,41%. Segue il Ftse Italia All-Shares che mostra una perdita dell’1,40%. Soffre il Ftse Italia Mid Cap in ribasso dell’1,37%. L’indice ha accolto una nuova società, Digital Value (+0,30%), che entrerà nel Mid Cap a partire dal 18 settembre 2023. Male anche il Ftse Italia Star che affonda dell’1,15%.

Occhi puntati su Banca Popolare di Sondrio

A livello dei singoli titoli i rumors si sono concentrati su Banca Popolare di Sondrio che ha compiuto un balzo dell’1,97% risultando il migliore di giornata. Il gruppo Unipol (-0,47%) avrebbe chiesto a inizio luglio alla Bce l’autorizzazione per salire al 20% del capitale della banca, dove detiene una partecipazione del 9,5%. Si attende la risposta di Francoforte entro la fine del mese. Intanto continuano a piovere le vendite sul settore bancario. Precipita Banca Mps in deciso calo (-5,19%). Sottotono anche Unicredit a -4,65% e Banco Bpm, che crolla del 3,20%.

LEGGI ANCHE: “Superbonus, ad agosto ammessi a detrazione 85 miliardi di euro”

Crolla il settore bancario. Bene Pirelli e Stellantis

Mostra segnali di discesa anche il settore assicurativo, in particolare Generali. Il titolo affonda dello 0,63% dopo aver collocato un nuovo titolo Tier 2 denominato in euro con scadenza settembre 2033. Frena anche Anima Holding che lascia lo 0,26% nonostante la raccolta netta positiva realizzata nel mese di agosto. Tiene Pirelli che guadagna lo 0,63%. Positiva Stellantis in rialzo dello 0,26%.