Piattaforma Siisl Inps, il dg Caridi: il decreto Lavoro dello scorso 4 maggio ha previsto la creazione della piattaforma Siisl, il sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa. “Il Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa – spiega Vincenzo Caridi, direttore generale dell’Inps, al “Messaggero” – è una piattaforma che consente di associare alle richieste di occupazione, le offerte di lavoro disponibili o di accedere alle offerte formative necessarie per adeguare le proprie competenze a quelle richieste dal mercato, seguendo corsi indennizzati. In pochissimo tempo è stato realizzato questo sistema che permette l’integrazione delle azioni di tutti i soggetti pubblici e privati che hanno un ruolo nel percorso di attivazione lavorativa degli utenti”.

Piattaforma Siisl Inps: il Patto di attivazione digitale

Per quanto riguarda le funzionalità che ha attualmente la piattaforma: “Già dal primo settembre la piattaforma è stata attivata per il Supporto per la formazione e il lavoro da 350 euro. Gli utenti, che hanno presentato domanda per questa prestazione, hanno potuto caricare sulla piattaforma il proprio curriculum vitae e visionare le offerte di lavoro disponibili, raccolte dalle Agenzie per il lavoro autorizzate, le Apl. L’utente sottoscrive poi il ‘Patto di attivazione digitale‘, indicando almeno tre Agenzie che si attiveranno per offrire le possibilità lavorative in linea con il profilo professionale. Se le competenze non sono adeguate rispetto ai posti di lavoro disponibili, sulla piattaforma si possono vedere i corsi formativi ai quali accedere per allineare le proprie abilità alle richieste del mercato”. Altri vantaggi per gli utenti: “È previsto che l’iscritto al Siisl sottoscriva un Patto di servizio personalizzato presso i centri per l’impiego e così l’utente è preso in carico, supportato e indirizzato verso il percorso di inserimento lavorativo”.

Siisl “contribuirà a ridurre il mismatch nel mercato del lavoro”

Il direttore spiega inoltre che “già nei prossimi giorni la piattaforma aumenterà la produttività e l’efficienza delle Agenzie per il lavoro, garantendo per ciascuna una maggiore visibilità dei dati. Questo consentirà alle Agenzie con più filiali ravvicinate di distribuire i carichi di lavoro in modo omogeneo, evitando fenomeni di sbilanciamento e garantendo a tutti gli utenti servizi di livello qualitativo più elevato e omogeneo sul territorio”. Caridi rileva inoltre come l’introduzione dell’Intelligenza artificiale in Siisl “contribuirà a ridurre il mismatch nel mercato del lavoro. Il vero salto di qualità nell’esperienza d’uso della piattaforma sarà però ottenuto con l’introduzione, da fine febbraio, del Consulente virtuale intelligente. Sfruttando l’Intelligenza artificiale generativa, il cittadino potrà interagire con la piattaforma in modo colloquiale”. In questo modo – conclude – la piattaforma avrà un notevole impatto in termini di efficienza e di efficacia del sistema di incontro tra domanda e offerta di lavoro e, in generale, sull’ideazione delle politiche attive del lavoro e su iniziative formative”.