Due commesse del ministero della difesa

Sono stati stipulati due nuovi contratti di vendita con il Ministero della Difesa, che hanno un valore complessivo di circa 46 milioni di euro dalla società Piaggio Aerospace. Con le due firme il backlog della società arriva 490 milioni di euro.

Due commesse dalla difesa all’avanguardia nel settore

Il primo ordine ha un valore complessivo di 31 milioni di euro e affida alla società il compito di sviluppare, realizzare e installare un simulatore di volo per il  velivolo P.180 all’aeroporto militare di Pratica di Mare nel lazio. Obiettivo di questo progetto è l’addestramento degli equipaggi. Verrà installato un sistema full flight simulator di “livello D” (il più sofisticato, in grado di riprodurre fedelmente i comportamenti del velivolo in volo) basato su piattaforma P.180, e un computer based training per piloti. All’interno dell’accordo è contemplata anche la realizzazione dell’infrastruttura che ospiterà il sistema, all’interno di un edificio che diventerà anche la nuova sede del Centro Addestramento Equipaggi Multi Crew dell’Aeronautica Militare. Il progetto sarà realizzato in collaborazione con la società canadese CAE e dovrà essere ultimato in tre anni. Il secondo accordo ha un valore complessivo di 15 milioni di euro ed è con l’Ufficio Generale-Centro di Responsabilità Amministrativa dell’Aeronautica Militare. L’obiettivo è quello di incrementare le attività di manutenzione – già regolate da un contratto del 2019 – dei motori Rolls-Royce V632-43, meglio conosciuti con il nome Viper: si tratta dei propulsori con i quali sono equipaggiati gli aerei MB339. Di questa categoria di aerei fanno parte le “Frecce Tricolori”.

“Il simulatore di volo che Piaggio Aerospace realizzerà per l’Aeronautica Militare sarà il primo in Europa e il secondo nel mondo – ha commentato Nicastro con i rappresentanti sindacali – E’ un investimento di lungo termine che certifica ancora una volta il grande valore del P.180, un velivolo che non ha ancora espresso a pieno le proprie potenzialità commerciali e che i futuri, nuovi proprietari sapranno sicuramente valorizzare. L’incremento del contratto sui motori Viper, invece”, ha continuato, “è il riconoscimento tangibile delle straordinarie competenze manutentive che Piaggio Aerospace – unica azienda nel mondo ad essere certificata e autorizzata da Rolls-Royce a eseguire tali attività – ha saputo costruire nel corso degli anni”.

Si lavora anche in amministrazione controllata

“Il processo di vendita della società prosegue: la fase è delicata e impone il massimo della riservatezza, ma posso assicurare che stiamo profondendo tutte le nostre energie per arrivare a selezionare il compratore che offra le dovute garanzie, anche finanziarie, e si impegni a sostenere il futuro di lungo termine dell’azienda”. È con queste parole che il Commissario di Piaggio AerospaceVincenzo Nicastro, ha aperto oggi un incontro con le rappresentanze sindacali che ha avuto luogo nel pomeriggio presso l’Unione Industriali di Savona.

LEGGI ANCHE: Difesa: accordo tra Ministero ed ENEA per l’efficienza energetica degli edifici

“Non possiamo d’altra parte affidare i destini di Piaggio Aerospace a chi non intenda soddisfare appieno i requisiti imposti dall’autorità vigilante – ha spiegato Nicastro. – Non va dimenticato che il duplice obiettivo dell’Amministrazione Straordinaria è offrire una prospettiva di rilancio per la Società e per le quasi 900 persone che vi lavorano che sia solida, ma anche garantire una ragionevole soddisfazione per i creditori, nel cui novero ci sono gli stessi dipendenti Piaggio Aerospace”.

L’operatività dell’azienda, che è in amministrazione straordinaria, va intanto avanti. Ha sottolineato Nicastro: “Continuiamo a lavorare alacremente per creare nuove opportunità di business, e a mantenere ricco il portafoglio ordini della Società”.