TAEG cos'è calcolo mutuo
TAEG cos'è calcolo mutuo

Quando si ottiene un mutuo bancario si è tenuti alla restituzione delle somma ricevuta con l’aggiunta di interessi, da intendersi come il guadagno dell’istituto di credito sul prestito effettuato. Gli interessi possono essere di varia natura, con il debitore che avrà modo di valutarne i pregi e i difetti in fase di sottoscrizione dell’accordo con la banca. Proviamo dunque a vedere più nel dettaglio cosa sono gli interessi bancari e perchè si pagano.

Cosa sono gli interessi bancari sul mutuo

Come accennato nella parte introduttiva, gli interessi rappresentano la somma che il cliente destinatario del prestito deve corrispondere alla banca sotto forma di compenso. Si tratta dunque della modalità con cui gli istituti traggano guadagno dalla concessioni di capitali. Per indicare gli interessi bancari si utilizza spesso una percentuale che prende il nome di tasso d’interesse e che rappresenta l’ammontare applicato alla somma ottenuta in prestito.

Gli interessi bancari possono essere di varia natura. Partiamo dagli interessi attivi, cosi definiti in quanto il cliente li matura in caso di conti correnti e conti deposito. Si tratta, come evidente, di un guadagno del cliente corrisposto dalla banca per aver depositato un capitale presso l’istituto. Quest’ultimo potrà infatti essere utilizzato per altre operazioni finanziarie. Opposti agli attivi sono invece gli interessi passivi che rappresentano un costo per il cliente e una forma di guadagno per la banca. È questo l’interesse che si applica in caso di prestiti, mutui e finanziamenti con il cliente che si impegna a restituire le somme ricevute con l’aggiunta di un percentuale stabilita in fase di sottoscrizione dell’accordo.

Ci sono poi gli interessi semplici o lineari, ovvero che si accumulano linearmente. Ciò che varia è dunque il regime di capitalizzazione, con l’interesse che viene determinato in base alla proporzione aritmetica fra l’ammontare del capitale impiegato e il tempo di utilizzo. In ultimo ci sono gli interessi composti o anatocismi, ovvero che vengono in maniera regolare aggiunti ad un debito. Il termine composto sta indicare che l’ammontare non viene calcolato solo sul capitale principale, ma anche sugli interessi aggiunti al debito originario. Ci sono dunque interessi che generano altri interessi, in una modalità permessa dall’ordinamento italiano solo in ambiti molto specifici.

Interessi bancari sul mutuo, perchè si pagano

Compresi gli interessi bancari, cerchiamo ora di capire perchè di pagano. Stando a quanto previsto dall’ordinamento italiano, per estinguere un debito con un istituto di credito vanno corrisposte le cifre ricevute più l’aggiunta di interessi che dovranno però essere accettati dal cliente. In sostanza è impossibile estingue un prestiti, mutui e finanziamenti senza il pagamento degli interessi dovuti.

Tutti gli interessi a cui è dovuto un cliente compongono la quota interessi che muta a secondo della durata del finanziamento, dell’ammontare del capitale prestato, dalla tipologia di contratto sottoscritto e in base ad un numero di variabili spesso proprie dei vari istituti di credito. Ci sono degli indici molto importanti da tenere in considerazione quando si parla di interessi bancari: il TAN e il TAEG. Nel primo caso parliamo del Tasso Nominale Annuo, percentuale che indica gli interessi da restituire alle fine del prestito, mentre nel secondo, il Tasso Annuo Effettivo Globale, fornisce una valutazione più ampia della convenienza di un finanziamento.