Economy magazine

La Banca centrale cinese continua a immettere contanti nel sistema bancario tramite pronti contro termine per mantenere la liquidità. La People’s Bank of China ha iniettato 120 miliardi di yuan (circa 17,5 miliardi di dollari) nel mercato attraverso pronti contro termine a sette giorni ad un tasso di interesse del 2,2 per cento, secondo una dichiarazione sul sito web della Banca centrale. L’operazione ha lo scopo di mantenere una ragionevole e ampia liquidità nel sistema bancario.