Pensioni luglio quando verranno pagate

Nel mese di luglio sono attesi degli aumenti importanti per i pensionati italiani visto e considerato che sono in arrivo degli extrabonus e la quattordicesima, elementi questi che porteranno i cittadini aventi diritto ad incassi decisamente maggiori rispetto al mese precedente. Vediamo più nel dettaglio si cosa si tratta cercando di capire di quanto aumenteranno le pensione e quando verranno pagate.

Pensioni di luglio: quando verranno pagate

Ad influire in positivo sull’ammontare della pensione di luglio è anzitutto il bonus 200 euro una tantum previsto dalla Stato per chi, tra lavoratori autonomi, dipendenti e pensionati, ha un reddito annuale inferiore a 35mila euro. L’importo previsto dal bonus verrà erogato esentasse in base a quanto risulta dagli archivi centrali del casellario pensionati Inps. Questo vuol dire che per ottenerlo i pensionati non dovranno effettuare nessuna richiesta.

C’è poi un altro surplus in arrivo nel cedolino di luglio per i pensionati, ovvero la quattordicesima. Quest’ultima, di norma, spetta ha chi ha compiuto i 64 anni e percepisce un reddito complessivo non superiore a 2 volte l’importo del trattamento minimo di pensione, mentre sono esclusi coloro che percepiscono assegno di invalidità civile o assegno sociale, rendite Inail e rendite di guerra.

Facendo i dovuti calcoli, tra bonus 200 euro e quattordicesima, i pensionati italiani potrebbero vedersi accreditati un totale di 700 euro in più a luglio. Come al solito, inoltre, non tutti i beneficiari riceveranno i soldi lo stesso giorno: chi ha l’accredito su conto corrente in banca o posta la data li riceverà il 1° luglio 2022, mentre chi riscuote la pensione in contanti presso gli uffici postali dovrà seguire apposita turnazione, come per il mese di giugno. Nella giornata del 1° luglio 2022 potranno ritirarla i cittadini con cognome che inizia con la lettera A-B, il 2 luglio spetterà a C-D, il 4 luglio E-K, il 5 luglio L-O, il 6 luglio P-R, il 7 luglio S-Z