Ci sono delle location, per eventi aziendali e non, che si differenziano dalle altre per plus ben precisi: alcune per la posizione, altre per l’eleganza, altre ancora per i servizi offerti oppure per la qualità del suo catering. Palazzo Visconti si distingue invece perché ha in sé tutto e, qualitativamente, pone la sua asticella in alto. Si può partire dalla sua posizione in pieno centro città, a Milano, dal fatto che è una delle poche location storiche in città, dalla sua storia, che racconta quattro secoli di celebrazioni, eventi, spettacoli, e dalle sue importanti frequentazioni, da Giuseppe Verdi a Wolfgang Amadeus Mozart, che vi tenne un concerto in giovanissima età, da Alessandro Manzoni al generale Josef Radetzky fino allo scrittore Guillaume Apollinaire e, più recentemente, a uno dei pionieri della cardiochirurgia, Christian Barnard. Queste famose personalità, insieme ai proprietari succedutisi nel tempo, hanno caratterizzato la storia di questo palazzo, che ha visto svolgersi al suo interno dalla rappresentazione di eventi artistici, culturali, scientifici e musicali allo svolgimento di riunioni carbonare sotto l’egida della famiglia Tinelli, fino a eventi di grande mondanità quali i celeberrimi balli organizzati dalla famiglia Visconti di Modrone, all’inizio del Novecento.

Il palazzo è uno tra gli esempi più ricchi, fastosi ed elaborati di rococò; costruito nel XVII secolo deve la sua nascita a Giuseppe Bolagnos, dei conti di Bolagnos, nobile, diplomatico, politico e mecenate spagnolo naturalizzato italiano, nonché marchese di Pizzighettone. Dopo i Bolagnos si susseguirono diversi proprietari finché, nella seconda metà del XIX secolo, la dimora venne acquistata dai Visconti di Grazzano, storica famiglia della città e, sulla facciata, fece la sua comparsa il simbolo del Biscione, che ancora oggi ne è l’emblema. All’inizio del XX secolo, con Giuseppe Visconti, uomo amante delle arti e del sapere, l’edificio assunse l’attuale veste architettonica e artistica, grazie anche al celebre regista Luchino Visconti, che nel palazzo visse a lungo, ne decise i nuovi decori e presentò i suoi iconici film nel teatrino.

Decori presenti nelle sue cinque sale, di assoluta versatilità e tra loro comunicanti, adorne di pavimenti in marmo, fregi, soffitti in legno, piene di dipinti e affreschi di scuola settecentesca; sono ambienti eleganti, affascinanti e di pregio per eventi privati quali compleanni, matrimoni e ricorrenze particolari e aziendali, per studi notarili e di avvocatura, banche, maison di moda, case editrici e automobilistiche, solo per citarne alcune. L’utenza professionale sceglie quindi Palazzo Visconti per meeting e convegni, cene di gala, shooting fotografici e riprese video sia di brand sia per spot pubblicitari, sfilate di moda, concerti e opere teatrali… Tutti eventi che trovano una collocazione ideale nelle sale interne di importante appeal estetico e architettonico: l’ingresso padronale, caratterizzato da un ampio scalone, permette agli ospiti di raggiungere le sale del primo piano, garanzia di riservatezza ed esclusività.

La prima sala che si incontra all’ingresso del piano nobile permette di predisporre i servizi di accoglienza: è la hall, dotata di un desk per accrediti e con vetrine illuminate che possono essere facilmente personalizzate. Adiacente si trova la Sala Specchiera, con un elegante e variegato pavimento a mosaico; il suo nome si deve all’antica e splendida specchiera posta sul caminetto. Ma il fulcro di tutto l’insieme è la Sala Visconti, originariamente concepita come sala da ballo. Grazie alle sue dimensioni e alla ricchezza degli stucchi e degli affreschi può ospitare un elevato numero di persone in un luogo di rara bellezza e raffinatezza. Sulla destra si aprono altre due sale comunicanti, caratterizzate dalla grande luminosità e dai fini arredi; vengono utilizzate generalmente come ambienti di supporto per le conferenze o come salottini. In ultimo, riservata ed elegante, la Sala Presidenza è adatta per riunioni e ideale come sala briefing per i relatori; si presenta allestita con un tavolo fratino e sedute in cuoio, con un camino sormontato dallo stemma visconteo. Fin qui, e non è certo poco, i plus di Palazzo Visconti ai quali si aggiunge un servizio di catering di altissima qualità e di infinite possibilità di personalizzazione, a seconda del tipo di evento. Sono proposte gastronomiche, e una cantina, di raffinato gusto e sostanza, nel nome della stagionalità degli alimenti e dell’eleganza a tavola, sia che si tratti di informali buffet e pranzi di lavoro, sia che si prevedano esclusive cene di gala placée. È l’attenzione ai dettagli, che porta il management responsabile del catering, per esempio, a creare composizioni floreali e a ricercare il meglio delle forniture, come i sottopiatti in foglia d’oro fatti a mano a Firenze, le tovaglie di pizzo cucite a mano e, più in generale, i piatti, la posateria e la cristalleria più elitaria e raffinata.

www.palazzovisconti.it