C’è anche il nome di Banca Patrimoni Sella & C. tra i partner nel terzo round di aumento di capitale di Orangogo, il primo motore di ricerca degli sport in Italia. Il finanziamento, che chiuderà le sottoscrizioni il 31 dicembre sarà pari a 1,5M€ in totale con all’interno anche la partecipazione del gruppo biellese

Il ruolo di Orangogo nel mondo della ricerca degli sport

Sono oltre 20 milioni gli italiani che dichiarano di praticare uno o più sport con continuità (24,4%) o saltuariamente (9,8%)*; oltre 100mila le società sportive diffuse sul territorio nazionale e, secondo Istat, l’80% delle persone compie una ricerca online prima di recarsi in una struttura sportiva. Soprattutto nell’era post Covid-19, la digital transformation si conferma una leva di sviluppo imprescindibile anche per il mondo dello sport che, a sua volta, gioca un ruolo cruciale nell’ambito della promozione di salute e inclusione e nel percorso di ripresa economica del nostro Paese.

È dal 2017 che Giulia Pettinau lavora per ripensare il settore sportivo italiano come network digitale, con Orangogo. La piattaforma, attraverso una mappatura capillare, permette alle società sportive di pubblicare corsi e agli utenti di cercare, trovare, prenotare e pagare online le attività sportive preferite in maniera gratuita, trasparente e inclusiva.

Il terzo round di aumento di capitale prende forma

Orangogo chiuderà il 31 dicembre un aumento di capitale di 1,5 M€ a cui hanno concorso capitali privati, tra cui Banca Patrimoni Sella & C Spa.   “L’ingresso di Sella è un importante traguardo – ha dichiarato la founder di Orangogo Giulia Pettinau – ma anche un nuovo punto di partenza.  Per crescere ed espanderci sempre più velocemente, oltre a reperire il capitale necessario, è fondamentale attrarre partner di valore che siano portatori di know-how, network e capacità di innovare.”

Un progetto imprenditoriale di Giulia Pettinau che comprende un parterre di investitori prestigioso e variegato, che nei due round precedenti ha raccolto in equity 1,4 M€. Tra questi spiccano l’ex atleta di Coppa del Mondo di sci Giorgio Gros, il single Family Office Elysia Capital, fondato nel 2018 da Stefano Buono e Maribel Lopera Sierra, e importanti Business Angel come Giovanni Savio, Global CEO e Fondatore di Planet Smart City.

Gli stessi hanno dichiarato di credere nel progetto sottolineando l’importanza della digital transformation anche in questo settore.  “Dal turismo alla trasformazione digitale, lo sport è ricco di opportunità e sfide da cogliere per il benessere collettivo – ha affermato Giorgio Gros – sia sul fronte economico che sociale. La forza di Orangogo è nella rete, unire le persone e fare squadra per un obiettivo comune, in questo caso, promovere il diritto allo sport per tutti.”

Come e quando si concluderà il progetto di finanziamento

Il round, che si chiuderà il 31 dicembre 2022, è cruciale per Orangogo e ha l’obiettivo di sostenere l’azienda nello sviluppo sul mercato italiano, grazie al rafforzamento dei team marketing e commerciale, anche coinvolgendo direttamente le Federazioni Sportive, grazie alla collaborazione con FF Consulting.  A breve, poi, sarà lanciata l’app Orangogo: uno strumento integrato, aggiornato, sicuro per una gestione ancora più facile di iscrizioni e servizi come prenotazione, check-in, pagamenti e rinnovi.  Inoltre, il team R&D sta lavorando con Halalto, spin-off accademico dell’Università di Torino, Facoltà Economia e Management, per offrire funzioni di contabilità avanzata e porsi come punto di incontro, affidabile e certificato, tra società sportive e commercialisti.