Oracle e Roblox, quell’altalena a Wall Street

Due delle azioni americane più popolari potrebbero aver raggiunto il picco troppo presto: il gigante del software Oracle e la piattaforma di gioco per bambini Roblox hanno riportato aggiornamenti deludenti all’inizio di questa settimana. Come mai?
Oracle, un gruppo specialista in tecnologie, ha in realtà pubblicato cifre trimestrali sorprendentemente forti di entrate e profitti. Ma poi le previsioni dell’azienda per questo trimestre sono cadute in basso: si aspetta di registrare un profitto inferiore a quello precedentemente previsto, mentre aumenta gli investimenti nel suo segmento prioritario di cloud computing.
La nuova società quotata Roblox, nel frattempo, ha dato seguito a un rapporto sui guadagni da acquolina in bocca il mese scorso con la brutta notizia che maggio ha visto solo 43 milioni di utenti attivi giornalieri. Questo era il 28% più alto di questo periodo dell’anno scorso, certo, ma era inferiore ai 43,3 milioni totali di aprile – e anche la spesa degli utenti per l’hub di gioco dei preadolescenti era leggermente inferiore a un anno fa.
Entrambi i titoli sono inizialmente scesi mercoledì scorso: Oracle del 5% e Roblox del 10%. Nel caso di Oracle, gli investitori potrebbero aver visto i suoi piani di spesa come se stessero gettando soldi buoni dopo quelli cattivi, soprattutto perché l’azienda sta sacrificando i profitti a breve termine. Per quanto riguarda Roblox, la combinazione di numeri di utenti più bassi e di spese più basse può avere conseguenze negative per il percorso dell’azienda verso la redditività. In entrambi i casi, le nuove aspettative di guadagno degli investitori potrebbero essere il motivo per cui hanno venduto le loro azioni.
Gli investitori di Oracle potrebbero essersi sovraeccitati sulle sue prospettive di cloud computing. Mentre ci si aspetta che le entrate globali del cloud aumentino del 23% quest’anno, la maggior parte di queste saranno probabilmente accaparrate dai rivali Amazon, Alphabet e Microsoft (twittalo). I finanziatori di Roblox possono anche aver comprato nell’idea che la crescita guidata dalla pandemia continuerà, e che i bambini rimarranno in casa anche se sono in grado di uscire. Ma i dati del mese scorso suggeriscono che, con la riapertura del mondo occidentale, adulti e bambini stanno riabbracciando l’interazione con la vita reale.