decreto flussi

Questi primi mesi del 2024 si stanno dimostrando molto positivi per il mercato del lavoro nel Triveneto. Il particolare, i settore energy, costruzione e automazione trainano l’occupazione. Lo rivelano i dati elaborati dalla società di ricerca e selezione Hunters Group. Crescono del 10% le opportunità per professionisti altamente qualificati.

Occupazione, stipendi più alti nel Triveneto

«Il Triveneto» – spiega Giovanna Palmerini, area manager della sede di Padova di Hunters Group – «è un territorio estremamente dinamico e ricco di opportunità di occupazione e carriera sia negli ambiti più tradizionali che, da sempre, trainano l’economia di Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia come quello delle costruzioni o dell’arredamento, sia in quelli che potremmo definire emergenti come l’Ict, l’automazione o quello delle energie rinnovabili. In questo momento le aziende sono alla ricerca, ad esempio, di business developer specializzati in ambito fotovoltaico, programmatori Plc o esperti in sicurezza informatica».

LEGGI ANCHE: “Lavoratori over 50: il grande valore dei professionisti senior”

Energy e automazione trainano il mercato del lavoro

Un business developer nell’ambito fotovoltaico guadagna dai 30.000 ai 40.000 euro. Si occupa di analizzare il mercato, valutare la concorrenza e proporre soluzioni innovative per aumentare la presenza e il successo dell’azienda. Il project manager guadagna dai 35.000 ai 45.000 euro e coordina l’intero processo di realizzazione degli impianti. Gestisce le risorse umane e materiali, pianificando le attività e garantendo il rispetto dei tempi e dei budget stabiliti. Il progettista elettrico, ha uno stipendio che varia dai 40.000 ai 50.000 euro. Si occupa di impianti solari, considerando fattori come posizione geografica e normativa locale.

Crescono le opportunità nel Triveneto

Il programmatore Plc, con uno stipendio di circa 40.000 euro, sviluppa software per controllare macchinari e processi industriali. L’export manager guadagna circa 45.000 euro. Nel settore arredamento, soprattutto nella zona dell’alto Veneto al confine con Friuli Venezia Giulia e Trentino, si registra una crescita di circa il 15% delle opportunità professionali per quei professionisti che si occupano della ricerca clienti nei mercati esteri e sono responsabili di tutto l’iter di esportazione dei prodotti di arredamento e design. La figura del project manager, ha uno stipendio fino a 50.000 euro. Nel settore delle costruzioni è responsabile della pianificazione, dell’esecuzione e del completamento efficace di progetti edilizi.

Un capo cantiere guadagna fino a 45mila euro

Tra le figure ai vertici il capo cantiere guadagna fino a 45.000 euro. Nel settore delle costruzioni è responsabile della supervisione diretta e dell’organizzazione delle attività sul cantiere. Le sue responsabilità includono la gestione delle risorse umane e materiali, il coordinamento dei subappaltatori, il monitoraggio del progresso del lavoro, il rispetto dei tempi e del budget e l’implementazione delle normative di sicurezza sul lavoro. il direttore lavori guadagna circa 50.000 euro e nel settore delle costruzioni ha la responsabilità generale dell’intero progetto edilizio. Svolge un ruolo chiave nella gestione delle relazioni con i clienti, gli architetti, gli ingegneri e altre parti interessate, assicurando una comunicazione efficace e il raggiungimento degli obiettivi di qualità, tempi e budget.

Occupazione in crescita del 10% nel Triveneto

Il buyer guadagna circa 40.000 euro e si occupa della ricerca, della selezione e dell’acquisto di prodotti o servizi per conto dell’azienda. Il buyer è responsabile di trovare fornitori affidabili, negoziare prezzi vantaggiosi, gestire le relazioni con i fornitori esistenti e assicurare che le forniture soddisfino i requisiti di qualità e quantità. Il firmware developer ha uno stipendio che varia dai 30.000 ai 50.000 euro. Sviluppa firmware di qualità per sistemi di microcontrollori embedded, analizza e mantiene le applicazioni firmware esistenti, progetta codici altamente scalabili e testabili e corregge eventuali bug di programmazione. Il cyber security specialist guadagna dai 35.000 ai 45.000 euro e implementa e gestisce misure di sicurezza informatica per proteggere i sistemi e le reti, monitora costantemente l’ambiente IT per individuare e rispondere prontamente a minacce o violazioni della sicurezza e conduce analisi approfondite delle vulnerabilità del sistema, identificando le aree di miglioramento e sviluppando strategie di mitigazione del rischio.