nuovo orario estivo fs

Numeri incoraggianti per il turismo in Italia, e arriva una nuova interessante offerta estiva per chi si sposta in treno: il Polo Passeggeri del gruppo Fs – composto da Trenitalia (società capofila), Busitalia, Ferrovie del Sud Est e Fs Treni Turistici Italiani – lancia la “Summer Experience”, il nuovo orario che prenderà il via il 9 giugno e che prevederà nuovi collegamenti per le mete turistiche estive, città d’arte e borghi. E non solo: verranno messi a disposizione più servizi intermodali e digitali a beneficio dei viaggiatori, per muoversi in maniera sempre più confortevole e sostenibile, anche grazie a nuove soluzioni combinate con treno, bus, nave o aereo. Sono oltre 700 le destinazioni estive che verranno proposte: nel dettaglio, la nuova offerta – arricchita con treni di ultima generazione acquistati anche con fondi Pnrr direttamente assegnati a Trenitalia – prevede ogni giorno più di 270 Frecce, per oltre 130mila posti offerti. Intercity e Intercity Notte viaggeranno verso più di 230 città (70 le mete estive). I 6 mila treni al giorno del Regionale raggiungeranno in modo capillare oltre 1.700 destinazioni, di cui 500 a vocazione turistica. Ci sono poi alcuni servizi dedicati come, oltre all’Espresso Cadore (che collega Roma e Cortina), l’Espresso Versilia e l’Espresso Riviera. L’offerta del Polo Passeggeri è completata dagli oltre 9.700 collegamenti quotidiani di Busitalia in Veneto, Umbria e Campania e dalle circa 1.000 corse in treno e bus di Ferrovie del Sud Est in Puglia. Cresce l’offerta intermodale, con collegamenti verso 19 porti e 23 aeroporti, ai quali si aggiungono 12 rotte FrecciaLink, in connessione con le Frecce e 159 link per mete turistiche in connessione con i treni del Regionale. Intercity e Intercity Notte viaggeranno inoltre verso più di 230 città, di cui 70 mete estive, 6000 Regionali al giorno per oltre 1.700 destinazioni, di cui 500 a vocazione turistica.

LEGGI ANCHE: Treni come alberghi la vacanza parte in stazione

Le previsioni indicano una crescita dei viaggi in treno

I dirigenti della società sono ottimisti della risposta dei viaggiatori: come ha spiegato Luigi Corradi, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia alla presentazione della nuova offerta estiva, “guardiamo all’estate con entusiasmo. Le previsioni per il 2024 indicano una crescita ulteriore, sostenuta dalla domanda interna per tutte le divisioni di business e le società del Polo, in particolare per il segmento turismo”. Stefano Cuzzilla, presidente di Trenitalia ha sottolineato come il treno sia diventato ormai “protagonista della vita delle persone, non solo come mezzo di trasporto, ma anche come luogo e spazio nel quale è possibile consolidare e diffondere una cultura comune a favore della salute, dell’inclusione e della sostenibilità”. Cifre alla mano, nei primi 4 mesi dell’anno a bordo dei mezzi del Polo Passeggeri del Gruppo FS hanno viaggiato 268 milioni di persone (+5% rispetto al 2023), di cui 191 milioni in Italia. Sempre nei primi 4 mesi, Trenitalia ha trasportato 150 milioni di viaggiatori che, spostandosi in treno, hanno generato un risparmio di 700 milioni di euro di costi ambientali e sociali (spese per assistenza sanitaria, danni all’ambiente, all’agricoltura, agli immobili e alla biodiversità) ed evitato l’emissione nell’aria di 900.000 tonnellate di CO2 rispetto all’utilizzo dell’auto. Per confrontare i consumi energetici e le emissioni di CO2 di un viaggio in treno rispetto allo stesso tragitto effettuato con altri mezzi, Trenitalia ha recentemente integrato “Ecopassenger” sui propri sistemi di vendita. E l’estate promette ancora meglio: «Ci aspettiamo – ha detto Corradi – almeno un 10% in piu’ di utenti rispetto all’anno scorso. Ma io sono ottimista penso che si possa arrivare anche a un +18%».

Oltre al nuovo orario estivo, Fs investe nei treni

La nuova offerta è anche il risultato degli investimenti fatti dal Polo Passeggeri nel 2023: la spesa ha superato 1,8 miliardi di euro, di cui 1,1 miliardi destinati al rinnovo della flotta. Per il futuro, Frecciarossa ha un piano di investimenti di oltre 1 miliardo di euro per l’acquisto di 46 nuovi treni ad alta velocità che inizieranno a circolare entro la fine del 2025. Per il trasporto regionale sono entrati in servizio, negli ultimi 5 anni, 459 nuovi treni Rock, Pop e Blues e oltre 300 mezzi di nuova generazione arriveranno entro il 2027 (investimento complessivo di 6,8 miliardi di euro). Novità anche per Intercity: circolano in Calabria, Basilicata e Puglia i nuovi treni ibridi acquistati con fondi PNRR. Un investimento da 60 milioni di euro che si inserisce in un piano più ampio per il Sud, sempre finanziato con fondi PNRR, che include altri 140 milioni per 70 carrozze notte che viaggeranno da e per la Sicilia.

E non è finita qui: in occasione della presentazione, Corradi ha fatto un importante annuncio. Entro la fine dell’anno ripartirà il servizio Frecciarossa che collega Milano a Parigi. Il servizio era stato fermato nell’agosto scorso a causa di una frana nella zona di Saint-Andrè en Savoie nella valle della Maurienne in Francia. «Siamo vicini alla riapertura- ha detto Corradi – e sono sicuro che riusciremo ad aprire la rotta entro al fine dell’anno».