intelligenza artificiale
Roberto Crapelli, managing partner dell'Industry 4.0 Fund di Quadrivio Group

Quadrivio Group rileva ISA S.r.l. e ISA Montaggi S.r.l., attraverso SKA, realtà specializzata nella produzione di impianti per avicoltura,  – Gruppo italiano che produce strutture in acciaio per la zootecnica e per l’agricoltura -. A sua volta Ska nel 2022 è stata acquisita da   Industry 4.0 Fund, il veicolo di Private Equity di Quadrivio che investe nell’innovazione tecnologica e nella transizione digitale delle PMI. Oggi, a fronte della cessione di EPI, è una delle sei realtà del portafoglio, che include anche F&DE Group; leader nei servizi legati alla ristorazione alberghiera; Rototech, azienda italiana che progetta e realizza componenti in plastica per il settore industriale, agricolo e construction; Texbond, uno dei principali operatori europei nella produzione di tessuto non tessuto dedicata al mondo dell’igiene; Soft N.W., specializzata nella produzione e distribuzione di tnt per il mondo agricolo ed edile; e infine Twist, realtà specializzata nella vendita di smartphone, pc, note book e smartwatch ricondizionati.

Isa segue il ciclo agricolo e produttivo dall’inizio alla fine

Il Gruppo ISA segue l’intero processo produttivo degli impianti agricoli: dalla progettazione, allo sviluppo, fino all’installazione, offrendo un’ampia gamma di servizi, volti a consegnare al cliente finale un prodotto altamente personalizzato. Focus dell’azienda: strutture destinate all’avicoltura; ricoveri fieno e attrezzi; strutture sportive, in particolare maneggi e coperture per campi da padel.

ISA nel 2023 ha generato 7 milioni di euro di ricavi, con una marginalità in termini di Ebitda pari a 800 mila euro, dimostrando così una buona profittabilità e una grande capacità di crescita e sviluppo.

L’acquisizione consentirà a SKA di potenziare gli impianti produttivi e di rafforzare l’offerta di “progetti chiavi in mano”, che includano non solo gli impianti a terra, ma anche i capannoni, nonché di attivare sinergie e internalizzare processi oggi esterni all’azienda.

 

«Il fondo Industry 4.0 di Quadrivio continua a investire nella valorizzazione delle proprie partecipate” ha commentato Roberto Crapelli, Managing Partner di Industry 4.0 Fund e Presidente di Ska, aggiungendo “con l’acquisizione di ISA sarà possibile per SKA fare un importante salto di qualità, divenendo maggiormente competitivo sul mercato di riferimento, grazie all’offerta di un servizio chiavi in mano».

Per Pietro Paparoni, Investment Director del Fondo: «Inizia una nuova fase per l’azienda, che si pone come player aggregatore e coniugando crescita sostenibile e forte allineamento di interesse. Con l’ingresso nel capitale di SKA dei fratelli Zoccatelli non solo crescono le competenze manageriali ma, rimane un forte dna imprenditoriale».

Massimo Ubiali, CEO SKA, ha aggiunto «Con l’acquisizione di Isa e di Isa Montaggi, il gruppo Ska consolida la sua posizione di leadership nella fornitura di impianti avicoli chiavi in mano. La nuova acquisizione permetterà inoltre di rendere più efficiente la struttura industriale di gruppo, andando a specializzare i siti produttivi per linea di prodotto e aggiungerà nuove soluzioni all’attuale offerta di prodotto con l’obiettivo di una maggiore penetrazione dei mercati esteri».

 

Soddisfatti dell’operazione anche Alessio Zoccatelli e Davide Zoccatelli, rispettivamente CEO di ISA e CEO di ISA Montaggi, che affermano: «Questa operazione ci entusiasma e ci motiva ulteriormente. I comuni obiettivi alimenteranno e accelereranno la crescita del Gruppo».  

Entrambi rimarranno all’interno del Management contribuendo a portare avanti, grazie alla loro esperienza pluriennale, gli obiettivi di sviluppo industriale prefissati.

I team di Ska e di Industry 4.0 Fund sono stati supportati come advisory da Equity Factory. La due diligence legale e la definizione degli aspetti contrattuali sono stati seguiti dallo Studio Pedersoli.

La due diligence finanziaria e la tax due diligence sono state eseguite da MAC-LAB; mentre la due diligence labour da Geco e Associati.

Lato venditori, gli advisor sono stati Unilegal Avvocati Associati per gli aspetti legali; Marangoni, Benvenuti e Associati per gli aspetti finanziari e tax.