Quantcast

Col crowdfunding
si investe negli Npl

4 Invest Npl è una newco nata da Mvz srl e Studio Legale Integrato. Opera nel mondo del recupero crediti, un settore costantemente in crescita e sul quale ci sono enormi margini di guadagno

25 Novembre 2021

Redazione Web
Col crowdfundingsi investe negli Npl

È proprio vero che ogni difficoltà offre un'opportunità. Pensiamo agli Npl, per esempio: «Il mercato offre pacchetti di crediti deteriorati del valore di 1 milione per 30 mila euro, con recuperabilità minima al 35%. Noi possiamo aiutare privati e imprese in difficoltà a liberarsi dai debiti», dice Manuel Verde, avvocato e founder di 4Invest Npl, la newco nata da Mvz srl e Studio Legale Integrato. Opera nel mondo del recupero crediti, un settore costantemente in crescita e sul quale, asseriscono i fondatori, ci sono enormi margini di guadagno: 4 Invest Npl compra dai grandi operatori i loro portafogli, rielaborando e riordinando i crediti in base alla loro tipologia. Di volta in volta si decide il budget della raccolta, partendo da un minimo di 100mila euro. La quota minima è di mille euro. «Secondo Standard & Poor's, nell’anno in corso, le banche italiane vedranno raddoppiare i crediti deteriorati, fino a circa 200 miliardi di euro al lordo delle rettifiche», continua Verde. «Questi crediti, che nel nostro Paese derivano soprattutto dall’esposizione alle Pmi, per gli istituti sono spesso difficili da recuperare, a causa della lentezza intrinseca dei processi decisionali e dei percorsi giudiziali. Tutto questo crea un danno sia alle banche, che rischiano di non recuperare una parte consistente dei crediti vantati, sia a chi è insolvente e ha il diritto di essere agevolato nel trovare una soluzione veloce e vantaggiosa rispetto alla propria posizione debitoria».

Manuel Verde

Gli istituti di credito devono gestire numerosi pacchetti di crediti deteriorati, che l’Unione Europea impone di cedere o almeno di lavorare, perché possano poi essere iscritti a bilancio, tra le perdite. I dati di Banca Ifis stimano un ammontare dei crediti deteriorati complessivi nei bilanci bancari italiani che dovrebbe raggiungere un +19 mld euro nel 2021 e +20 mld euro nel 2022, con un Npe ratio (la percentuale di crediti inesigibili su tutta la somma di crediti vantati da una banca) previsto al 7,8% nel prossimo anno.

Conosciuti anche come non performing exposure, i crediti deteriorati sono mutui, finanziamenti e prestiti che i debitori non riescono più a ripagare regolarmente o non riescono a restituire del tutto. Si dividono in due grandi gruppi: ipotecari e chirografari. I primi sono garantiti da un’ipoteca, mentre i secondi non hanno alcuna garanzia.

«In una prima fase, il progetto di 4Invest Npl si concentrerà sui crediti chirografari, che hanno un prezzo di acquisto più basso e offrono una marginalità molto più interessante. Grazie alla campagna di equity crowdfunding che stiamo per lanciare sulla piattaforma MyBestInvest, saremo in grado di acquisire, raccogliendo 100 mila euro, pacchetti di crediti deteriorati per un valore complessivo di 4 milioni di euro. La recuperabilità stimata e stimabile è pari a 1 milione e 400 mila euro, ma sappiamo che si può arrivare a molto di più. Il nostro know-how e le nostre tecniche rodate di trattativa ci permettono di garantire una recuperabilità più ristretta nel tempo e più alta in percentuale» racconta Verde. La somma raccolta sarà usata interamente per l’acquisto di crediti.

Snellendo i processi di recupero e senza l’obbligo di sottostare a una macchina burocratica lenta e complessa è possibile offrire alle imprese e ai privati in difficoltà proposte di stralcio del debito interessanti. Così da raggiungere lo scopo di chiudere la posizione debitoria in tempi rapidi e in modalità accessibili. «Crediti e debitori non sono tutti uguali: grazie alla nostra esperienza decennale possiamo intervenire velocemente definendo la strategia più adatta» conclude l’avvocato Manuel Verde.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400