Quantcast

Obbligo di Green Pass sui luoghi di lavoro: che cosa cambia

Sono entrate in vigore le nuove regole introdotte dalla legge di conversione

22 Novembre 2021

Giuseppe Merola*
Green Pass, il Cdm approva l'obbligo per il personale scolastico

Lo scorso 20 novembre è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del decreto-legge che istituisce l’obbligo di Green Pass nei luoghi di lavoro pubblici e privati. La novità che sicuramente suscita più interesse fra tutte riguarda la possibilità riconosciuta al lavoratore di richiedere di consegnare all’azienda copia della propria certificazione verde Covid-19. Si tratta, evidentemente, di una forma di semplificazione dei controlli molto importante, rimessa alla discrezionalità del dipendente. Infatti, per espressa previsione normativa, i lavoratori che consegnino il proprio Green Pass sono esonerati dai controlli da parte dei rispettivi datori di lavoro, per tutta la durata di validità del certificato, con la conseguenza che, in tali casi, l’accesso al luogo di lavoro è consentito anche senza la preventiva esibizione del certificato.

A parte questa semplificazione, le aziende dovranno comunque prestare particolare attenzione a come tale previsione di legge viene concretamente attuata nella gestione dei controlli, soprattutto sotto il profilo del trattamento dei dati personali del dipendente. Non a caso, il Garante della Privacy, con una propria segnalazione inviata al Parlamento ed al Governo, ha manifestato non poche perplessità in merito alla novità normativa in questione. Le possibili criticità sono legate, ad esempio, all’eventuale venir meno della validità del Green Pass nel corso del tempo. Un Green Pass valido nel momento in cui viene consegnato al datore di lavoro potrebbe non esserlo successivamente, ove sopravvenga una condizione di positività in capo al titolare del certificato; al contrario, in caso di verifiche periodiche sul Green Pass, la positività del soggetto potrebbe essere rilevata e, di riverbero, anche il relativo accesso nel luogo di lavoro impedito. Oltre a questa novità, la legge di conversione ha cristallizzato un concetto, già peraltro chiarito dal Governo nelle proprie FAQ, secondo cui la scadenza della validità del Green Pass successivamente all’inizio della prestazione lavorativa non comporta l’applicazione di alcuna sanzione, né amministrativa né disciplinare.

Tuttavia, la permanenza del lavoratore sul luogo di lavoro è consentita esclusivamente per il tempo necessario a portare a termine il turno di lavoro. Nuove regole sono state introdotte anche a favore delle aziende che occupano meno di 15 dipendenti, le quali, dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata del lavoratore sprovvisto di Green Pass, potranno sospendere tale lavoratore per la durata corrispondente a quella del contratto di lavoro stipulato per la sostituzione del lavoratore assente. Il contratto a termine non potrà comunque avere una durata superiore a dieci giorni lavorativi (prima della conversione in legge tali giorni erano da intendersi di calendario) rinnovabile fino al 31 dicembre 2021 (fine attuale dello stato di emergenza), superando così la precedente limitazione fissata dal Decreto-legge istitutivo dell’obbligo di Green Pass, che ammetteva il rinnovo contrattuale per una sola volta.

Da ultimo, in coerenza sia con la ratio dell’istituto della somministrazione di lavoro che con il buon senso, viene recepita nel testo di legge un’ulteriore interpretazione di prassi relativa ai lavoratori in somministrazione, per i quali viene espressamente precisato che la verifica del rispetto dell’obbligo di possedere ed esibire la certificazione verde compete all’utilizzatore ed è onere del somministratore solo informare i lavoratori circa la sussistenza di tale obbligo. Alla luce delle varie novità introdotte dalla legge di conversione, le aziende sono chiamate ad aggiornare le procedure in vigore inerenti le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche del Green Pass, con il recepimento delle nuove previsioni normative sopra riportate. 

*Giuslavorista di Pirola Pennuto Zei & Associati

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400