Quantcast

Il futuro della salute
va in scena a Med in Ireland

La vetrina dell’innovazione nel med tech e life sciences è online il 3 e 4 novembre con oltre un centinaio tra start-up e aziende leader da incontrare. L’isola è uno dei primi 5 hub del settore al mondo e il Paese più innovativo della UE. Focus dell’edizione 2021: digitalizzazione, supply chain e sostenibilità

21 Ottobre 2021

Redazione Web
Il futuro della salute va in scena a Med in Ireland

Le ultime novità tecnologiche per la salute saranno presentate il 3 e 4 Novembre 2021 on line a Med in Ireland, la vetrina del medtech e life sciences organizzata da Enterprise Ireland, l’agenzia governativa per l’innovazione e l’export, 1° venture capital al mondo.

L’evento internazionale permette di incontrare oltre un centinaio tra start-up innovative e aziende che rendono l’Irlanda uno dei primi 5 hub del med tech del mondo.

Secondo il rapporto di Medtech Europe, la Confindustria europea dei produttori di dispositivi medici, nel 2020 il surplus irlandese nella bilancia commerciale è stato di quasi € 8 miliardi, il più alto d’Europa subito dopo quello tedesco pari a € 9 miliardi. La Germania con 83 milioni di abitanti, è tallonata dall’Irlanda, che conta meno di 5 milioni di abitanti.

L’Irlanda esporta 13 miliardi di euro in oltre 100 Paesi ed è leader in molti prodotti. Basta pensare che l’80% degli stent cardiovascolari impiantati nel mondo è prodotto nell’isola. Mentre un malato di diabete su 4 utilizza dispositivi made in Ireland.


5° al mondo per export legato al Covid-19

Secondo il rapporto dell’Oecd, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, l’Irlanda è il 5° Paese al mondo per l’export di beni collegati alla pandemia da Covid-19. La piccola isola da sola copre il 7% dell’export mondiale legato alla pandemia. Grazie alle imprese supportate da Enterprise Ireland, l’Irlanda è tra i Paesi che offrono il maggior numero di soluzioni innovative per ridurre l’impatto del Covid-19.

Il med tech è di casa nell’isola. Infatti, con 40.000 addetti è il Paese con la più alta occupazione nel settore in rapporto alla popolazione: 83 persone su 10 mila, mentre in Italia se ne contano 16 su 10mila.

Med in Ireland è l’occasione per incontrare le imprese che stanno rivoluzionando il mondo della salute: produttori di medical device, componentistica di precisione, aziende innovative nella diagnostica e nella digital health, oltre che rappresentanti dei principali centri di ricerca di fama internazionale.

L’Irlanda vanta un ecosistema che include sia multinazionali, sia piccole e medie aziende. In 20 anni, il settore è passato da 50 imprese alle attuali 350 di cui 200 irlandesi, nate sulla scia di colossi internazionali come Boston Scientific, Abbott e Johnson & Johnson. Nell’isola, infatti, si sono insediate ben 14 delle 15 società top di medical device.


Digital Health protagonista

Med in Ireland è organizzata ogni due anni fin dal 2005 da Enterprise Ireland. Nel 2019 vi hanno partecipato oltre un migliaio di delegati provenienti da 40 Paesi che sono stati impegnati in oltre 1200 business meetings con aziende irlandesi.

I meetings saranno virtuali quest’anno e saranno preceduti il 3 Novembre dalla conferenza sui temi focus di questa edizione: digital health, supply chain e sostenibilità.

Introdurranno l’incontro per Enterprise Ireland, il direttore esecutivo Stephen Creaner e Deirdre Glenn, direttore del settore Life Sciences. Dall’Italia, Vittorio Morizio, Vice Presidente Ricerca e Sviluppo del Supporto Cardiopolmonare e Circolatorio Avanzato a LivaNova parlerà delle nuove frontiere offerte dall’Intelligenza Artificiale. In particolare, presenterà la nuova Heart Lung Machine di LivaNova, che applica l'intelligenza artificiale ed è in fase di sviluppo finale.

Dalla Scozia il Professor George Crooks, ceo del Digital Health and Care Innovation Institute, analizzerà l’impatto della nuova generazione di device e servizi digitali sia sulla società sia sull’economia dei Paesi che la adottano.

Marie O’Malley, ex-Senior Director Supplier Outreach a Medtronic, porterà la sua esperienza valutando come Covid e Brexit hanno messo in crisi il modello di Supply Chain e quali soluzioni adottare.

Omar Hamadeh, General Manager della saudita Bassam Trading, leader nella penisola arabica per la fornitura di medical solutions, presenterà un case study sull’impatto delle innovazioni med tech digitali sul procurement, sulla sanità e sul regolatorio in Arabia Saudita.

Moderatrice della conferenza sarà Lorna Ross, fondatrice del Human Wellbeing Group al MIT Media Lab del Massachusetts Institute of Technology di Boston, ed oggi Chief Innovation Officer di VHI Health & Well-Being, l’assicurazione sanitaria più diffusa in Irlanda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400