Quantcast

Business agility fa rima
con people agility

Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ha elaborato una strategia per forgiare il «new normal» post-pandemico. "Make a new future” è il nome del progetto che porterà l’azienda alla completa agilità, del business e delle persone. Lo spiega Romina Cristallo, HR Business Partner Manager dell’azienda

Redazione Web
Business agility fa rima con people agility

Romina Cristallo

L’azienda agile parte da collaboratori agili.

Il concetto della trasformazione non soltanto digitale ma di mindset è il concetto-guida di Romina Cristallo, HR Business Partner Manager di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia. “La trasformazione digitale parte dalla re-ingegnerizzazione dei processi produttivi, ma questi a loro volta partono dalla trasformazione mentale e di attitudine dei collaboratori. Tutti i collaboratori, a partire dal top management".

Romina Cristallo spiega che Wolters Kluwer Italia è stata previdente perché nell’avviare il processo per la trasformazione in azienda agile non si è pensato solo ai processi di business, bensì si è avviato un percorso parallelo tra people strategy e business strategy.

“Valorizziamo questo difficilissimo periodo di pandemia. Quanto di buono e positivo abbiamo organizzato durante quest’anno proietterà l’azienda verso un nuovo futuro attrezzata sia nei processi produttivi sia in quelli mentali ed attitudinali dei collaboratori.”

Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia ha adottato lo smart working già prima del lock down generalizzato.

“Per la nostra popolazione aziendale è diventato una sorta di stress test ed ha evidenziato un DNA digitale diffuso in azienda. Abbiamo lavorato sull’organizzazione perché lo smart working necessita di un approccio manageriale diverso. Per “l’autogestione” è fondamentale un impegno e responsabilità più ampie e solide di quelle necessarie in un modello gerarchico da parte di tutti, manager e individual contributor. Nella nostra azienda ci siamo trovati abili a questo nuovo approccio al lavoro ed abbiamo disegnato un’organizzazione agile appoggiata sul doppio binario business – people.”

Il processo di trasformazione è partito dal coinvolgimento più ampio possibile per focalizzare le aree sulle quali agire. Un brainstorming, condotto virtualmente e coinvolgendo tutta l’organizzazione, ha evidenziato tematiche quali la comunicazione, gli eventi, la vendita, che nella nuova condizione non sarebbero più state uguali a prima. Da questi pensieri e dibattiti diffusi sono nati dei filoni esperienziali che hanno indirizzato il cambiamento. L’agility acquisita nei processi di business si è rivelata un acceleratore per l’employee experience in questa nuova dimensione.

Employee experience che si è omologata alla customer experience, traendone lo spirito, e al tempo stesso la prima rappresenta la chiave di successo per guidare la seconda.

“Abbiamo davvero trasformato il mind set diffuso dell’azienda e l’abbiamo, in un periodo tanto complesso, portato ad essere il tratto distintivo dell’agire dei componenti dell’azienda verso tutti gli stakeholder aziendali, a partire dai clienti.”

Il fatto di riuscire a coinvolgere l’intera popolazione aziendale in una corrente attitudinale e comportamentale univoca in un periodo tanto complicato è davvero un merito da ascrivere all’impegno di HR di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia.

“Il cambiamento non si impone. Tutti devono percepire la necessità di trasformazione per migliorare sé stessi, i team di appartenenza e, naturale conseguenza, tutta l’azienda. L’impegno è stato comune ma ha avuto degli sponsor e dei team leader rilevanti nel management team. Il loro entusiasmo e la loro adesione sono stati contagiosi e trainanti. Lo smart working poteva tradursi in un isolamento e un potenziale allontanamento dall’azienda, ma la progettualità, iniziata nella nostra azienda già prima della disgrazia pandemica, ha organizzato la trasformazione del coinvolgimento dei collaboratori in modo efficiente ed efficace.”

L’esperienza assolutamente positiva dello smart working ha posto la base per il progetto «Make a New Future».

“Agiamo in coerenza con le guidelines della nostra corporate e stiamo disegnando una rinnovata esperienza

lavorativa partendo dall’agilità dell’azienda e replicandola nella people strategy. Il nostro impegno come HR è quello di stimolare costantemente con programmi e progetti la trasformazione del mindset di ogni singolo collaboratore per un nuovo approccio. Quando torneremo in ufficio vivremo una nuova trasformazione della vita professionale perché anche l’ufficio fisico sarà diverso, più condiviso, più collaborativo, più inclusivo, per permettere ad ognuno la chiara percezione della partecipazione ad un disegno ed un obiettivo aziendale più grande e comune. Tutti oggi siamo più consapevoli che l’esperienza del momento si deve coltivare perché è utile per una crescita sia personale che aziendale”, spiega Romina Cristallo.

L’innovazione nella gestione delle risorse umane nasce da continue ricerche progettuali, parallele e coordinate con gli sviluppi innovativi di soluzioni e prodotti sviluppati per la clientela dei professionisti e delle PMI.

Nell’ambito del progetto “Make a New Future” la direzione HR di Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia sta sviluppando un nuovo “Digital Innovation Office” con l’obiettivo di poter contare su progetti innovativi strutturati e trasversali, anche con la collaborazione con prestigiose università milanesi.

Sviluppo, formazione, mindset, spazi e strumenti adeguati, questa la ricetta per il progetto «Make a new Future».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400