Quantcast

La sfida della transizione ecologica
chance e obbligo per le imprese

In occasione della giornata mondiale dell'ambiente, Economy Group realizza il 4 giugno, dalle 9.30, un evento digitale dedicato a sviluppo sostenibile e circular economy.

Redazione Web
La Saipem del rilancio accetta la sfida dell’ambiente

Il percorso verso una sempre maggiore sostenibilità ecologica richiede l’impegno di tutti. Una cultura globale della sostenibilità è fondamentale per iniziare il cambiamento che porterà l’Ue a ridurre le emissioni del 55% entro il 2030, e la neutralità climatica al 2050.
In quest’ottica Economy Group ha varato a fine 2019 il progetto “Sviluppo Sostenibile & Circular Economy” che dopo tre appuntamenti dedicati al concetto di sviluppo sostenibile, alle nuove figure manageriali sempre più green e all’agricoltura eco-compatibile, realizza venerdì 4 giugno dalle ore 9.30, in occasione della giornata mondiale dell'ambiente, l’evento online “Le mille imprese della transizione ecologica”
Una giornata di confronto con istituzioni, università e imprese per divulgare e diffondere quest’approccio cruciale dell’impegno civile indispensabile per frenare il cambiamento climatico nella tutela del benessere comune. Un approccio che consiste appunto nel promuovere in tutte le sue forme l’economia circolare e la transizione energetica. Appuntamento in diretta sui canali digitali della testata Economy, il sito di Economymagazine, la pagina Facebook.it EconomyMagazine.it e il canale YouTube di EconomyGroup.
Nell’occasione verrà presentata la ricerca, realizzata da Makno – Abis analisi e strategie, sulle convinzioni e i comportamenti degli italiani in materia di sostenibilità. Ne parleremo tra gli altri con Vannia Gava, sottosegretario di Stato al ministero della transizione ecologica, Monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, Giovanni Marseguerra delegato del rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Bruno Villani, presidente ALDAI-Federmanager, Imen Jane, influencer, e Francesca Ceruti, ricercatore Enea a cui si aggiungono le testimonianze di numerose imprese.
Il progetto è reso possibile grazie alla partnership con varie realtà nazionali e internazionali, si ringrazia in particolar modo: la collaborazione scientifica di Enea e dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, e il supporto di Bain & Company, Castalia, Erion, Federmanager, Forever Bambù, Fujifilm, Grimaldi Group, Gruppo Sanpellegrino, Iberdrola, NextChem - Gruppo Maire Tecnimont, Nexi, RSM S.p.A, SACE, Sicily by Car e Sorgenia.

Qui il programma completo:


 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400