Quantcast

Continua la crescita dei pagamenti digitali e il fintech brinda

Anche a causa del Covid si moltiplica il ricorso a strumenti alternativi al contante anche per piccoli importi

Francesco Megna
Per Codacons l'obbligo del Pos è giusto, "ma un costo per le imprese"

Relativamente ai  pagamenti la pandemia ha trasmesso un’accelerazione a una tendenza già assodata: il graduale abbandono del contante, considerato anche poco sicuro a livello sanitario, a favore dell’utilizzo di tecnologie avanzate, come le carte oppure le app per mobile, soprattutto nella fascia tra i 25-34enni . Crescono anche i pagamenti realizzati attraverso App bancarie che riscuotono il favore di oltre 1 italiano su 5 tra i 15 e i 44 anni. Seguono i wearable, che rappresentano una soluzione di pagamento futura per 1 italiano su 3, riscuotendo un interesse in continua crescita: una buona percentuale di utenti ha infatti una buona consapevolezza di queste nuove soluzioni, particolarmente conosciute dalle fasce più giovani della popolazione (fascia dai 18 ai 44 anni).

Si tratta di una tendenza di lungo periodo alla quale stanno guardando anche gli investitori, perché offre importanti opportunità. La volontà di evitare lo scambio di contanti per ridurre al minimo i contatti e il rischio di contagio ha spinto gli utenti verso i pagamenti da smartphone in negozio e verso quelli contactless. Una crescita sostenuta da un maggior numero di carte in circolazione (per le transazioni inferiori ai 25 euro non si deve toccare il POS per digitare il PIN). Calano i prelievi sia come importi che come numero di operazioni ; a discapito soprattutto delle transazioni con le carte di credito. Corrono invece i pagamenti innovativi: la spinta ai pagamenti in digitale è arrivata però con il cashback di Stato con l'esplosione degli acquisti nei negozi fisici.

Per ristoratori e produttori per puntare sul digitale e su un progetto di multicanalità è stata l'unica opportunità per rimanere in contatto con i propri clienti , mantenere vitale il commercio durante l'anno e raggiungere una platea teoricamente più ampia per farsi conoscere anche oltre la dimensione regionale; e il dato dei pagamenti digitali delle tasse automobilistiche avvalora il trend: sono decisamente aumentati gli utenti che effettuano il pagamento del bollo auto tramite le app dedicate, contribuendo al complessivo aumento dell'utilizzo dei servizi in app.  Tra i settori di maggiore  interesse c’è il fintech al quale appartengono i pagamenti elettronici e da mobile. Da tempo le società fintech sviluppano tecnologie all'avanguardia come l'intelligenza artificiale , la blockchain e l'apprendimento automatico per migliorare la fornitura di servizi finanziari e ridurre i costi . Tra i servizi proposti c’è ad esempio la possibilità di aprire un conto bancario in pochi minuti, l’associazione  di conti diversi, la possibilità di avvalersi  di un robo-advisor  per gli investimenti o di eseguire trasferimenti di denaro.

Quando parliamo di digitalizzazione dei pagamenti con riferimento al mondo finanziario in genere dobbiamo in primo luogo riferirci ai cambiamenti normativi indotti dalla autorità di mercato che hanno significativamente accelerato il processo di trasformazione dell’industria continentale.In primo luogo è in corso la migrazione dal bonifico tradizionale al pagamento istantaneo che forza il mondo bancario a digitalizzare e automatizzare i processi interni relativi alla filiera dei pagamenti incluso l’antiriciclaggio e il controllo delle frodi. In aggiunta lo schema RTP (request to pay) consente al debitore di inoltrare in modalità push al richiesta di pagamento e al creditore di esercitare varie opzioni ( pago ora , pago dopo , pago parzialmente).

Su queste fondamenta verrà inoltre lanciato l’euro digitale un progetto di ampia portata e ambizioni rivoluzionarie.E’ plausibile che il stratificarsi di questi nuovi schemi costruiti gli uni sugli altri in un orizzonte temporale ristretto di 5 anni porterà molte banche ad esternalizzare la gestione dell’infrastruttura di pagamenti a operatori di mercato concentrandosi più sull’innovazione stessa di prodotto che sulla gestione dei sottostanti applicativi.Per il cliente corporate o retail che sia questo significa più trasparenza minor costo pieno controllo del processo di pagamento e la possibilità di accedere a un set esteso di servizi a valore aggiunto dalla emissione istantanea di assicurazioni puntuali contestuali al bene/esperienza acquistata a processi piu complessi di cartolarizzazione dei crediti e quant’altro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400