Quantcast

Hera, una tecnica innovativa senza scavo per riparare i tubi dall’interno

La tecnologia israeliana, sperimentata per la prima volta dalla multiutility, ha la particolarità di riparare i tubi sigillandoli dall’interno, minimizzando così i disagi

Redazione Web
Gruppo Hera

Gruppo Hera e Caritas Italiana insieme per distribuire oltre 20.000 pasti

Al via i lavori Hera di manutenzione della rete idrica lunedì 21 dicembre a Santarcangelo. La riqualificazione delle reti sarà effettuata con una nuova tecnica senza scavo per minimizzare i disagi, che arriva dal Medio Oriente, più precisamente da Israele, e il suo scopo è di riparare con un sistema non invasivo le perdite d’acqua della rete di distribuzione riducendo al minimo i disagi. Si chiama Talr (Tranchless automated leakage repair) ed è un sistema di riparazione completamente senza scavo, che utilizza un sigillante immesso nella tubazione mediante dei punti di accesso, a monte e a valle del tratto da riparare, e che chiude in poco tempo buchi e fessure della rete. 

Hera ha deciso di sperimentare per la prima volta questa nuova tecnica, brevettata e prodotta in esclusiva da una società di Ashkelon (Israele), particolarmente idonea ad affrontare le situazioni in cui aprire degli scavi per riparare delle condotte è particolarmente problematico. Oppure, come nel caso di Santarcangelo, quando le caratteristiche della pavimentazione ornamentale esistente e i tempi di interruzione del servizio necessari renderebbero l’intervento di riqualificazione decisamente antieconomico e soprattutto disagevole per i cittadini. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400