Strategic Project Management: come gestire il cambiamento

Quattro moduli formativi anche per Piccole e medie imprese su gestione di progetto organizzati da Liuc

Redazione Web
Liuc e Cfmt indagano sulla competitività delle imprese

Le aziende, in un ambiente sempre più mutevole e complesso, continuano ad aver “fame” di project manager per andare oltre la gestione delle attività e focalizzarsi sul raggiungimento di obiettivi, sulla responsabilizzazione di tutti gli attori in gioco, integrare il contributo di diverse competenze e guidare il cambiamento.

La LIUC Business School risponde a questa esigenza, sempre più forte anche tra le PMI del territorio, con il corso Strategic Project Management.

“In un momento di discontinuità come quello che tutte le organizzazioni stanno vivendo – spiega Andrea Martone, Direttore del corso – sono sempre più richieste figure che, da un lato, sappiano garantire efficacia ed efficienza nella gestione delle commesse e/o dei progetti interni e dall’altro favorire trasversalmente l’innovazione, l’integrazione di competenze differenti, il lavoro per obiettivi e la gestione del cambiamento”.

Con l’obiettivo di innovare l’iniziativa formativa: “Con la seconda edizione del corso – spiega Massimo Ramponi, Co-Direttore del corso – abbiamo voluto incrementare l’offerta formativa a disposizione per la Community sul Project Management che si sta creando inserendo un nuovo modulo che affronta temi caldi per la disciplina come la pianificazione agile, la necessità di effettuare il corretto fittting di metodologie e strumenti all’interno della propria organizzazione e la progettazione partecipata con un forte coinvolgimento degli stakeholder”.

Destinatari del corso sono manager e tecnici che nella loro attività lavorativa operano all’interno di gruppi di progetto. 

Il percorso prevede una prima parte tecnica sulla gestione del ciclo di vita di un progetto, seguita da due moduli dedicati agli elementi più strategici e gestionali (organizzazione e gestione del team di progetto e presidio delle dinamiche economico – finanziarie dei progetti) e da uno dedicato agli scenari evolutivi della disciplina del Project Management: metodologie agili, adattamento di metodi e strumenti ai diversi contesti organizzativi e stakeholder engagement.

Al termine del corso il partecipante avrà acquisito nuovi strumenti di lavoro e una nuova cultura manageriale basata sulla flessibilità, sulla responsabilità e sull’innovazione per portare in azienda, e nelle organizzazioni, un vantaggio competitivo sostenibile.

Il percorso è propedeutico all’esame per la certificazione PMP - Project Management Professional del Project Management Institute, sempre più richiesta in svariati settori (es. impiantistica, construction, farmaceutico, aerospaziale ecc).

Le lezioni si svolgono in formula weekend (venerdì e sabato mattina), un giorno e mezzo al mese, da aprile 2021 a febbraio 2022.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400