Quantcast

Mad for Science, il liceo scientifico Buonarroti vince la IV edizione

Ottiene così il premio da 75mila euro per ampliare il biolaboratorio del proprio istituto

Redazione Web
Mad for Science, il liceo scientifico Buonarroti vince la IV edizione

Si è tenuta oggi, nel prestigio Auditorium Vivaldi di Torino ed in collegamento streaming con 8 città italiane, l’attesa finale della quarta edizione del concorso Mad for Science, organizzato da DiaSorin. La Challenge 2020 ha visto la partecipazione dei migliori 8 licei italiani giunti alla finale odierna dopo una serie di severe selezioni che hanno scremato l’iniziale numero record di partecipanti pari a 170 licei provenienti da tutta Italia.

Oggi, tra tutti i licei in gara, è stato decretato vincitore l’Istituto Filippo Buonarroti di Pisa. Il liceo ha vinto 75mila euro per implementare il proprio biolaboratorio scolastico a partire dall’anno scolastico in corso, grazie al progetto che studia la possibilità di migliorare le proprietà nutrizionali dell’enjera, alimento di largo impiego nei paesi del Corno d’Africa, tramite l’uso dell’alga spirulina. 

Al secondo posto si è classificato il Liceo Leonardo da Vinci di Trento con un progetto che analizza dal punto di vista molecolare le relazioni tra i microrganismi del suolo e le piante di mirtillo in coltivazioni biologiche, intensive e in condizioni di crescita spontanea; ad esso viene riconosciuto un premio di 37,5 mila euro. 

Il Liceo Failla Tedaldi di Castelbuono, con il progetto che sviluppa modelli di impianti di depurazione delle acque per la gestione sostenibile di questa risorsa in contesti rurali e cittadini, negli edifici pubblici e privati, si è aggiudicato il Premio Ambiente, pari a 12,5 mila euro, per aver saputo sviluppare le proposte laboratoriali con maggior impatto per la salvaguardia dell’ecosistema.

I Licei Enrico Fermi di Aversa, Italo Calvino di Genova, Filippo Lussana di Bergamo, Laurana-Baldi di Urbino e Giovanni Battista Ferrari di Este sono stati, infine, premiati con un importo pari a 10.000 euro ciascuno, come riconoscimento dell’importante lavoro di qualità che sono riusciti a portare a termine nonostante il difficilissimo momento vissuto nella primavera 2020 per effetto della pandemia da COVID-19.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400