Quantcast

LA MIA FASE 2/ Grillo (AbitareIn): «La crisi ci ha resi più coraggiosi»

Il ceo di AbitareIn spiega come la situazione di lockdown abbia cambiato gli orizzonti

Marco Grillo*
LA MIA FASE 2/ Grillo (AbitareIn): «La crisi ci ha resi più coraggiosi»

In AbitareIn, ci piace pensare che ogni momento di difficoltà porti con sé delle nuove opportunità. Siamo una società di sviluppo residenziale nata durante il picco della crisi immobiliare del 2012-2013, saper approfittare delle difficoltà è nel nostro DNA, anche grazie allo spirito innovatore che da sempre ci contraddistingue.

E l’emergenza sanitaria che ha colpito il mondo negli ultimi mesi è stata per noi la conferma di questo pensiero.

La crisi innescata dal Covid-19, l’esperienza del lockdown e della quarantena, hanno comportato un’accelerazione in quel processo di modifica delle modalità di acquisto dei consumatori, che già da tempo si stavano indirizzando prepotentemente, in molti settori, verso l’acquisto online. In questo contesto, riteniamo che anche quei settori che fino ad oggi erano stati meno interessati da questa tendenza, come l’immobiliare, ne saranno ugualmente toccati.

Ed è per questa ragione che l’attuale straordinaria situazione ci ha spinti ad essere più coraggiosi e ad accelerare quei processi di ricerca e sviluppo su cui già da molto tempo stavamo lavorando, per realizzare la prima piattaforma che consentirà ai nostri clienti di acquistare casa esclusivamente online, portando un nuovo elemento di disruption all’interno del nostro settore.

Questa nuova piattaforma di e-commerce, che rappresenta una vera rivoluzione nel campo immobiliare, una novità a livello mondiale per il grado di dettaglio, la User Experience, la completa integrazione con tutti i processi aziendali, consentirà ad AbitareIn di offrire ai propri acquirenti un’esperienza di acquisto sempre più moderna, sicura e consapevole.

Grazie all’utilizzo di tecnologie estremamente all’avanguardia, tutto il percorso di acquisto potrà essere gestito completamente online, senza la necessità per il cliente di recarsi personalmente presso i nostri showroom: dall’intelligenza artificiale di un assistente virtuale disponibile h24 per rispondere alle domande, alla possibilità di visitare virtualmente i nostri showroom (anche grazie ai dispositivi per la realtà virtuale), agli appuntamenti in videoconferenza, fino alla possibilità di usufruire di un configuratore online (come già avviene per le automobili) per “dare forma” all’appartamento dei propri sogni. Inoltre, grazie anche alla collaborazione con i principali gestori di tali servizi, siamo stati in grado di digitalizzare tutto l’iter documentale e dei pagamenti.

La permanenza forzata nelle case e lo smart-working hanno portato ancora di più alla luce l’importanza e la centralità che riveste la casa nelle priorità delle famiglie. Per tale ragione riteniamo che l’attuale situazione di crisi, per quanto profonda, non comporterà nel medio-lungo termine un calo della domanda o dei prezzi. Il lockdown non ha impedito alle persone di cercare casa. Sui nostri siti in questi mesi abbiamo potuto notare un incremento degli accessi del 40%.Tutti i nostri indicatori ci suggeriscono che l’acquisto della casa continua ad essere una priorità per le famiglie, tanto che durante il periodo di lockdown non solo non abbiamo riscontrato un aumento di ripensamenti da parte dei nostri clienti nella volontà di proseguire con l’acquisto della casa, ma anzi abbiamo comunque continuato con la sottoscrizione dei contratti preliminari anche, ove possibile, per corrispondenza.

Quello che cambierà, riteniamo, sarà la tipologia di domanda: elementi di fondamentale importanza saranno ottimizzazione e personalizzazione degli spazi, che dovranno essere ripensati in maniera dinamica per andare incontro alle nuove esigenze. Ogni famiglia che compra casa ha esigenze diverse, rese ancora più evidenti dalla permanenza forzata tra le mura domestiche, e la possibilità di personalizzazione sarà pertanto un elemento fondamentale. Senza considerare il desiderio di avere spazi aperti ma privati, come logge, terrazzi e giardini condominiali, l’attenzione alla salubrità dell’aria mediante sistemi di filtraggio all’avanguardia, l’importanza di progettare spazi efficienti e flessibili.

AbitareIn è nata con l’obiettivo di soddisfare le aspirazioni delle famiglie, ricorrendo ad un modello di business sempre all’avanguardia che da sempre si concentra su questi aspetti, che riteniamo guideranno l’evolversi del settore immobiliare a seguito dell’attuale situazione.

*ceo di AbitareIn

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400