La Cina rallenta ma reagisce
contro i superdazi di Trump

Redazione Web
La Cina rallenta ma reagisce contro i superdazi di Trump

L'economia cinese è cresciuta del 6,2% nel secondo trimestre del 2019 rispetto all'anno precedente: è il tasso più lento dalla fine della Guerra Fredda. Peraltro questo tasso modesto di crescita era in linea con le aspettative degli economisti - e con l'obiettivo della Cina del 6-6,5% per l'intero 2019 - un'attenta analisi dei dati mostra che il governo cinese sta lavorando duramente per rilanciare l'economia del paese e compensare l'impatto di una dannosa guerra commerciale con gli Stati Uniti. Gli sgravi fiscali e l'aumento dei prestiti bancari destinati ad aumentare la spesa in Cina hanno contribuito alla forte produzione industriale e alle vendite al dettaglio. Ma mentre il quadro interno era relativamente (seppur artificialmente) roseo, le esportazioni cinesi hanno subito una contrazione a giugno, trascinando verso il basso la crescita complessiva. Il maggiore aiuto governativo può essere sulla strada - ma potrebbe rivelarsi soffocante. La strategia della Cina di compensare la debolezza delle esportazioni con "stimolo" economico sembra comunque funzionare - per ora. E se un accordo commerciale con gli Stati Uniti continua a rivelarsi difficile, molti investitori se lo aspettano. L'aumento della spesa pubblica per le infrastrutture e la riduzione delle tasse e (per la prima volta dal 2015) dei tassi di interesse dovrebbe portare a una maggiore domanda cinese, a vantaggio delle aziende internazionali che vendono in Cina. Ma con il livello del debito del paese già elevato, ci potrebbe essere un limite a quanto più stimolo l'economia cinese può prendere. Anche perché i grandi produttori stanno lasciando la Cina.

Dalle videocamere GoPro alle scarpe Nike, i produttori statunitensi stanno spostando sempre più spesso la produzione di articoli soggetti a tariffe americane dalla Cina verso paesi vicini a basso costo come il Vietnam. Infatti, la crescente popolarità del Vietnam tra i produttori statunitensi significa che troppo presto potrebbe sentire l'ira delle tasse commerciali americane. Se le aziende americane esauriscono i posti in cui andare, potrebbero riportare più produzione al di là degli Stati Uniti. Ma i costi più elevati implicherebbero probabilmente prezzi più alti per le loro merci.....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

Economy Mag