Villa Certosa

Silvio Berlusconi è morto questa mattina alla clinica San Raffaele di Milano, dove era ricoverato dalla scorsa settimana. L’ex presidente del consiglio ha trascorso la notte tranquilla e in mattinata ha ricevuto la visita del fratello Paolo. Era tornato in clinica venerdì, dopo essere stato dimesso 21 giorni fa. Doveva effettuare alcuni accertamenti per la sua patologia ematologica.

Una vita tra politica e impresa

Nato da una famiglia lombarda nel 1936, Silvio Berlusconi è stato un imprenditore e politico italiano. Figlio di un dipendente della banca d’affari Rasini, ha iniziato la propria carriera di imprenditore dopo la laurea in giurisprudenza con una tesi sulla pubblicità e sul marketing, dedicandosi al settore delle costruzioni. Il suo progetto più famoso è senza dubbio Milano 2, ma negli anni sono nate anche Milano 3 altre strutture residenziali. Anche oggi il settore immobiliare, pur non essendo più il core business del suo impero, ha ancora un ruolo tenendo presente che del gruppo fanno parte diverse società immobiliari. Col finire degli anni ’70 Silvio Berlusconi inizia la propria avventura nel mondo dell’allora nascente televisione privata. Negli anni ’80 l’impero si allarga a giornali, libraria e altre diverse attività, tra le quali il settore bancario con l’ingresso in Banca Mediolanum. Gli anni ’90 sono quelli del grande salto nella politica, con la fondazione di Forza Italia, partito che lo porterà a diventare due volte presidente del consiglio. La seconda volta sarà il mandato più lungo della storia repubblicana. Negli anni ’80 entrerà anche nel mondo del calcio con l’acquisto del Milan, che porterà a vincere diversi scudetti e coppe campioni, per poi cederlo nel 2017. Dopo la presidenza del Milan ha acquistato il Monza.

LEGGI ANCHE: Silvio Berlusconi, chi sono i figli e i loro ruoli in azienda

Un impero famigliare che andrà diviso

Sposato in prime nozze con Carla Dall’Oglio, dalla quale ha avuto due figli Marina e Piersilvio, che oggi hanno un ruolo nella gestione delle società Mondadori e Mediaset, Berlusconi sposa in seconde nozze l’attrice Veronica Lario, al secolo Miriam Bartolini, conosciuta quando recitava al teatro Manzoni, che è di proprietà del tycoon lombardo. Da lei avrà altri tre figli Barbara, Eleonora e Luigi, che hanno delle quote dell’azienda di famiglia.