Luca Cordero di Montezemolo
Luca Cordero di Montezemolo

Montezemolo Svizzera: l’ex presidente di Ferrari, Fiat, Maserati, Alitalia e Italo avrebbe perso la bellezza di 50 milioni di euro in un investimento andato male. È quanto riportato dal portale elvetico dall’evocativo titolo Gotham City, specializzato in articoli sulla criminalità economica. Montezemolo, tramite una propria assistente, ha precisato al quotidiano Repubblica che i 50 milioni citati da Gotham City non rappresentano la perdita, che sarebbe inferiore, bensì la cifra richiesta dall’imprenditore e dalla sua famiglia, quale risarcimento dei danni subiti. Montezemolo ha così denunciato due consulenti finanziari italiani, operanti dalla Svizzera: Federico Faleschini e Daniele Migani. Il primo titolare della Logic Holding, con uffici nel canton Zugo, il secondo della londinese Xy Uk, oltre che di un’altra società, la Twinkle Capital, sempre con sede a Zugo. Una causa è in corso presso la England and Wales High Court di Londra.

Montezemolo Svizzera, avrebbe perso 50 milioni in un investimento andato male: denunciati i consulenti

Nel 2016 la Gig, acronimo di Gi Globinvestment Limited, vettore finanziario gestito da Matteo Cordero di Montezemolo, figlio di Luca, con sede nella capitale britannica, decide di investire nel fondo lussemburghese Skew Base Fund. Quel che ha portato alla denuncia non è, come ovvio, il fatto che l’investimento si sia rivelato, nel tempo, fallimentare, quanto un altro elemento fondamentale: Faleschini e Migani, presentatisi come consulenti indipendenti, in realtà avevano infatti partecipato alla costituzione dello stesso Skew Base Fund, che avevano consigliato anche ad altri clienti. Erano, in sostanza, «implicati negli eventi in oggetto», per riprendere la formula utilizzata dalla corte del Regno Unito, presieduta dalla giudice Sara Cockerill: di qui la decisione dei Montezemolo di adire le vie legali. L’investimento ha funzionato fino al marzo del 2020 quando, anche a seguito dell’insorgere della pandemia da Covid 19, il fondo ha subito un tracollo, che ha comportato la liquidazione di alcune sue parti.