Quantcast

pronti? ripartenza, via!

La ricetta anti crisi passa anche attraverso l’estetica

No Mas Vello, l’azienda specializzata nell’epilazione con luce pulsata e laser a diodo ha rilanciato aiutando gli affiliati con misure straordinarie e agevolazioni per le nuove aperture

Alessandro Faldoni
La ricetta anti crisi passa anche attraverso l’estetica

Un franchising che non conosce crisi nonostante il Covid, tanto che lo scorso settembre si è trovato nell’insolita situazione di dover sospendere momentaneamente le nuove richieste di affiliazione. È il caso di No Mas Vello, insegna internazionale dell’estetica tecnologica, specializzata nella foto depilazione IPL-Luce Pulsata e Laser a Diodo. L’azienda è attiva in Italia dal 2007; conta 500 strutture affiliate, di cui 180 in Italia. La formula in franchising No Mas Vello, proprio durante il Covid si è rivelata un’opportunità per chi era in cerca un investimento dal ritorno sicuro, ma anche per chi puntava all’autoimpiego. Attratti dalla possibilità di un “piano B”, negli ultimi mesi, sono state coperte dieci nuove aree territoriali libere, grazie a un poderoso pacchetto di agevolazioni per i nuovi arrivi e a un sostegno tangibile verso le filiali in attività.

«Abbiamo voluto difendere il lavoro degli oltre 180 punti di vendita con misure straordinarie, decise in un momento cruciale per il paese - spiega il Direttore Generale di No Mas Vello, Antonello Marrocco - per aiutare gli affiliati, durante la prima fase dell’emergenza abbiamo completamente annullato le royalties relative ai mesi di marzo, aprile e maggio, e dimezzato quelle relative al mese di giugno. Anche se questo ha significato rinunciare a una quota importante di fatturato, il nostro sostegno si è rivelato la scelta vincente».

Per correre ai ripari, dunque, l’azienda si è mossa in fretta. Già lo scorso maggio sono stati redatti e consegnati dei questionari ai clienti che hanno dimostrato come l’estetica fosse rimasta un bene primario. Il settanta per cento degli intervistati, infatti, ha dichiarato di voler ritornare al più presto a usufruire dei servizi. Grazie a questa customer care, rafforzata anche da una parallela politica di marketing fatta di vicinanza con gli utenti, ne sono nate iniziative come i suggerimenti sulle cose da fare a casa nei periodi di lockdown, che ha reso possibile il dialogo con i clienti e rinforzato il legame con il marchio.

«A inizio autunno – aggiunge Marrocco - abbiamo poi attuato una iniziativa senza precedenti nella storia dell’azienda: la possibilità di avviare l’iter di apertura di un centro No Mas Vello con un investimento iniziale immediato di soli 990 euro. Uno sforzo per noi quasi simbolico, visto che un negozio in franchising No Mas Vello fattura, a regime, circa 140 mila euro annui, con un ritorno economico in brevissimo tempo. L’idea partiva dall’esigenza di rendere ancora più snella ed economica la procedura di apertura di nuovi centri e di premiare chi mostrava di credere nell’opportunità che questo franchising offre. In un breve lasso di tempo siamo riusciti a coprire aree ancora libere e altre richieste stanno arrivando».


www.nomasvello.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400