Builders are repairing the roof of a multi-storey building, workers are in a construction cradle, industrial scissor, articulated boom lift. Utilities of the city. Minsk, Belarus. 06/11/2020.

Tutte le attività lavorative comportano dei rischi e dei pericoli ed i cantieri non fanno certo eccezione. In questi luoghi di lavoro operano molte persone che utilizzano macchinari e attrezzature, alcune delle quali portano a diversi metri di altezza.

Avere un accesso sicuro in quota diventa quindi una prerogativa per effettuare numerose lavorazioni in ambito edile oppure degli interventi di manutenzione.

Per lavorare al massimo livello di sicurezza, riducendo così i rischi di caduta, si utilizzano le piattaforme aeree.

Queste rappresentano la tipologia di macchinari più noleggiati nel nostro paese, con 7 piattaforme su 10 che fanno parte delle flotte noleggio. Il motivo alla base di questo trend è l’importanza di avere a disposizione la piattaforma più adatta alle esigenze del cantiere. Sul mercato si trovano infatti diverse tipologie e modelli di piattaforma aeree, ognuna delle quali ha caratteristiche e usi specifici. La categoria delle piattaforme conta quattro tipologie principali suddivise tra autocarrata e semoventi.

Le semoventi possono muoversi autonomamente ma, non potendo circolare su strada, devono essere trasportate in cantiere con mezzi idonei.

Le piattaforme verticali presentano una cesta molto spaziosa, installata su un carro mobile gommato. Le dimensioni del carro sono piuttosto contenute e permettono alla maggior parte dei modelli elettrici di attraversare porte e cancelli per poi elevarsi una volta all’interno. Esistono anche modelli più grandi, spesso alimentati a diesel, che vengono invece utilizzati all’esterno. La struttura di sollevamento è composta da una serie di segmenti metallici incrociati a forbice che consentono alla macchina di sollevarsi verticalmente. Proprio per questo particolare sistema di sollevamento sono conosciute anche come scissor o piattaforme a pantografo.

Le piattaforme verticali sono molto noleggiate da chi deve effettuare interventi, installazioni o manutenzione in quota. Potendo portare attrezzi e materiali in cesta questo tipo di piattaforma garantisce all’operatore ampia libertà di movimento senza dover scendere a terra per prendere del materiale. Tra i professionisti che ne fanno uso troviamo impiantisti, manutentori, operatori edili, idraulici e tinteggiatori.

Le varie tipologie di piattaforme aeree permettono agli operatori di raggiungere altezze anche superiori ai 30 metri evitando gli ostacoli a terra, come buche o materiali depositati, ma anche quelli aerei come cavi o parti di edifici.

La maggior parte dei modelli di piattaforma verticale raggiunge altezze inferiori ai 20 metri, anche se a noleggio se ne possono trovare modelli in grado di arrivare fino ai 30 metri. Proprio per le loro funzionalità, decidere di noleggiare una piattaforma verticale è la scelta migliore quando si tratta di sicurezza delle macchine durante l’attività lavorativa.

Su ogni piattaforma presente nella flotta noleggio vengono infatti effettuate le operazioni di manutenzione previste dal manuale d’uso oltre ad una serie di controlli ispettivi ogni volta che la piattaforma esce o rientra dal centro noleggio. Manutenzioni e controlli sono mirati a consegnare al cliente una piattaforma aerea con i massimi standard di sicurezza ed efficienza. Sempre in termini di sicurezza va notato come la normativa richieda agli operatori il possesso di una specifica abilitazione. Chi intende manovrare ogni tipologia di piattaforma aerea deve essere correttamente formato e il suo patentino deve essere in corso di validità.

Quando si noleggia una piattaforma verticale, al momento della consegna, il personale del noleggiatore effettua la cosiddetta familiarizzazione con la macchina. In questo modo l’operatore può prendere confidenza con i comandi e le funzionalità della piattaforma, oltre ad essere istruito sui comportamenti da adottare durante la manovra. L’utilizzo dei dispositivi di protezione è fondamentale quando si lavora in altezza e l’imbracatura o la cintura di sicurezza sono i più importanti; assicurare il cordino ai punti di ancoraggio della cesta può evitare pericolose cadute.

Durante l’utilizzo di una piattaforma verticale bisogna sempre mantenere un alto livello di cautela ed effettuare solo manovre in sicurezza e assicurandosi che nessuno sia nei pressi della macchina in movimento. Proprio i comportamenti virtuosi da parte dell’operatore in cesta, possono contribuire a migliorare la sicurezza nei cantieri durante l’utilizzo delle piattaforme. L’azienda che decide di noleggiare una piattaforma verticale può contare sul supporto di un professionista che, conoscendo le proprie macchine, lo può aiutare nella scelta della piattaforma più adatta.

Siccome le piattaforme verticali non possono circolare su strada è necessario organizzare il trasporto direttamente in cantiere. Con il noleggiatore si può pianificare la consegna e il ritiro della piattaforma senza che sia il cliente a dover pensare al trasporto. Inoltre noleggiando le piattaforme verticali il cliente ha in cantiere solo le macchine che sono necessarie in un determinato periodo, eliminando tutta una serie di rischi connessi dall’avere in cantiere macchine che non si stanno utilizzando.

L’assistenza tecnica è parte del servizio di noleggio; durante il periodo di noleggio possono infatti verificarsi guasti o malfunzionamenti e un tecnico del centro noleggio è pronto a intervenire per ripristinare la piattaforma o fornirne una in sostituzione.

In questo modo il noleggiatore, garantisce la continuità lavorativa in modo che il cliente possa riprendere in fretta il proprio lavoro senza perdite di tempo.

Noleggiare una piattaforma aerea verticale è la soluzione più adatta per ogni cantiere perché permette di avere a disposizione la piattaforma più adatta, sicura ed efficiente per il lavoro da effettuare