di Diana Daneluz

La didattica e le modalità di apprendimento si evolvono rapidamente in un mondo sempre più connesso e digitale. In campo medicale si è intrapresa una sperimentazione didattica con tecnologie più moderne in grado di affascinare i discenti che si approcciano alla metodica ecografica, attraverso una formazione più coinvolgente, capace di favorire un percorso più rapido di apprendimento delle tecniche professionali nei diversi campi di specializzazione. Tra queste, la Virtual Reality unitamente alla Augmented Reality permettono di offrire un approccio innovativo all’apprendimento in campo medico.

Canon Medical Systems Italia ha avuto l’intuizione di mettere insieme due tecnologie d’eccellenza: la piattaforma ecografica Aplio i-seriesPrism Edition e la soluzione esclusiva di Canon, il sistema EOS VR, in grado di generare un’esperienza di realtà aumentata senza precedenti. Questo grazie ad un’importante collaborazione clinica e tecnica con la Fondazione SIRM. La nuova soluzione didattica è stata presentata oggi a Roma presso il Policlinico Umberto I. Ad illustrarla agli studenti e ai docenti e operatori il Prof. Vito Cantisani. Quest’ultimo l’ha definita “un passo decisivo in avanti per migliorare la nostra attività di formazione. Da anni, sia come Università La Sapienza, sia come SIRM, SIUMB ed EFSUMB, siamo impegnati nel tentativo di migliorare la nostra capacità di formazione di studenti, di specializzandi, di giovani colleghi, ma anche di altri esperti. E questi nuovi sistemi ci permettono, sicuramente, di potenziare la nostra capacità di sviluppare le tecniche di insegnamento”. Ne parla ad Economy Alex Dell’Era, Clinical and Technical Marketing Manager and Public Relations di Canon Medical Systems Italy.

Alex Dell’Era

Cosa distingue la Vostra nuova soluzione tecnologica?

Stiamo parlando di realtà virtuale con sconvolgenti contenuti di realtà aumentata per rendere l’esperienza ancora più immersiva, fruibile e comprensibile. Oltre all’ elevatissima qualità d’immagine degli ecografi Aplio, è possibile affidarsi alla soluzione esclusiva e unica di Canon, il sistema EOS VR, che mediante la dual fish-eye consente la realizzazione in stereoscopia con un campo visivo di 180°.

Il fine è la diagnosi, la più tempestiva ed accurata possibile? Questo approccio come la favorisce?

Questo ce lo possono dire solo gli operatori sanitari e gli studenti, che sperimentano le diverse tecnologie. Direi però che la maggiore diffusione, la facilità di accesso di questa nuova tecnologia immersiva e la disponibilità, intesa anche come semplicità d’uso, di visori, rende possibile una nuova didattica. Canon Medical crede fortemente nella diffusione della conoscenza e delle informazioni per un’evoluzione costante, opportuna e consapevole del mondo sanitario e a questo scopo vuole dare un contributo più tangibile. Con tale approccio, intendiamo rafforzare non solo la volontà di rappresentare un riferimento concreto nel mondo delle Soluzioni di Imaging Diagnostico e Interventistico Medicale, ma anche confermare concretamente l’impegno attivo nel contribuire alla formazione degli operatori sanitari.

Quali sono gli ulteriori benefici che l’utilizzo delle vostre macchine di diagnostica assicura al paziente?

Da oltre 100 anni, Canon Medical è all’avanguardia nella diagnostica per immagini, creando soluzioni sanitarie che migliorano la vita delle persone. Collaboriamo con le principali istituzioni cliniche e accademiche di tutto il mondo per sviluppare sistemi e servizi che spingono i confini della qualità dell’immagine e dell’efficienza del flusso di lavoro. Ispirati dalla nostra filosofia “Made for Life”, ci dedichiamo a fornire soluzioni sanitarie che rispondano alle esigenze e alle preoccupazioni del mondo reale di pazienti, professionisti sanitari, clienti e partner sfruttando la Meaningful Innovation.

Canon è un brand molto noto. Da quando opera in ambito medicale?

Dalla sua fondazione nel 1930, Canon Medical Systems ha introdotto numerosi sistemi medici nel mondo e in collaborazione con i suoi clienti in tutto il globo. Con la sua rete di vendita e assistenza, svolge attività a livello globale, fornendo sistemi di diagnostica per immagini. Attraverso la sua integrazione con il Gruppo Canon, Canon Medical Systems, nello spirito della filosofia “Kyosei” del Gruppo e del suo slogan di gestione “Made For Life” – Made for Partnership, Made for Patiens, Made for You – continuerà sicuramente ad espandersi al fine di implementare il settore delle apparecchiature medicali del Gruppo e contribuire così a migliorare ovunque l’assistenza sanitaria.

Le ultime evoluzioni dell’Intelligenza Artificiale hanno molto a che fare con l’immagine. Come viene utilizzata l’IA in Canon e segnatamente per le tecniche di imaging destinate alla diagnostica?

Canon Medical ha costantemente ridefinito il ruolo dell’Intelligenza Artificiale nell’assistenza sanitaria con il lancio di AiCE (Advanced intelligent Clear-IQ Engine), una tecnologia di ricostruzione basata su deep learning disponibile nei sistemi RM e TAC per accelerare i tempi di scansione e migliorare la qualità dell’immagine. Con Deep Learning Spectral e Automation Platform, abbiamo contribuito in modo significativo al lavoro dei medici di tutto il mondo, migliorando la sicurezza clinica e ottimizzando i flussi di lavoro. Recentemente con la potenza della tecnologia di deep learning, Canon Medical ha trasformato poi il mondo degli ultrasuoni con innovazioni che rivoluzionano i flussi di lavoro clinici, proprio grazie all’Intelligenza Artificiale.  Canon Medical ha recentemente lanciato il brand Altivity che rappresenta il nostro approccio all’intelligenza artificiale sfruttando tecniche di machine learning e deep learning. La vision è sempre quella di costruire un futuro in cui ogni individuo ottenga la diagnosi e il trattamento di cui ha bisogno per vivere la propria vita al meglio. Altivity è stata creata pensando ai pazienti, ma anche a tutti gli operatori del sistema sanitario, per fornire i risultati rapidi e accurati con un approccio più personalizzato. Sappiamo che questo non accadrà dall’oggi al domani, ma consolidiamo tecnologie di intelligenza artificiale in Altivity, sviluppando sistemi e soluzioni che sono “Made for Life”.

Qual è, più in generale, l’impegno di Canon Medical Systems per l’istruzione e la cooperazione attiva con gli operatori sanitari nei principali settori della diagnostica per immagini?

Viviamo e respiriamo assistenza sanitaria. È ciò che ci fa alzare la mattina, ogni singolo giorno, per migliorarci costantemente e fornire le soluzioni di cui i nostri clienti hanno bisogno. Collaboriamo con le principali entità accademiche, mediche e commerciali di tutto il mondo per migliorare ricerca e sviluppo ai fini del miglioramento di tutta la vita su questo pianeta. Abbiamo trascorso più di un secolo ad affinare e perfezionare il nostro mestiere, per essere certi di poter offrire la qualità meticolosa e l’eccellenza che i clienti si aspettano da un marchio leader nel settore sanitario e tanto più vista la filosofia che ne ispira le azioni.