mascherine al lavoro

Mascherine al lavoro non obbligatorie, ma raccomandate in certe occasioni. Ad esempio per i lavoratori fragili che possono anche ricevere la prescrizione del medico per tenere l’Ffp2, che è considerato presidio medico.

Sono questi alcuni degli elementi contenuti nel nuovo protocollo, che da tutti è stato definito più agile e meno vincolante, anche se Confcommercio ha esplicitamente lodato il fatto che non sai un “via libera”. Tra le prescrizioni c’è l’obbligo che il datore di lavoro assicuri la disponibilità di FFP2 a tutti i lavoratori.

L’azienda, su specifica indicazione del medico competente o del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, sulla base delle specifiche mansioni e dei contesti lavorativi sopra richiamati, individua particolari gruppi di lavoratori ai quali fornire adeguati dispositivi di protezione individuali (Ffp2), che dovranno essere indossati, avendo particolare attenzione ai soggetti fragili. Va fatta la sanificazione periodica dei locali e delle postazioni di lavoro. Le misure rimarranno in vigore fino al prossimo ottobre. Ritorneranno, laddove fosse necessario ingressi e uscite scaglionate dei lavoratori per evitare gli assembramenti.

LEGGI ANCHE: Mascherine e semplificazione fiscale nel decreto del governo

Lo smatworking continuerà anche se non come prima

Nessun cambiamento per le norme contro il Covid e la tutela dei lavoratori fragili nella pubblica amministrazione. Lo smart working non sarà usato come nei mesi del lockdown, ma sarà utilizzato più di quanto avveniva prima. Le misure aggiornate, s’inseriscono in un contesto profondamente mutato rispetto a qualche settimana fa, che non interessa solo l’Italia. Tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) si aspetta “alti livelli” di Covid-19 quest’estate in Europa e ha chiesto un attento monitoraggio del virus dopo che i casi giornalieri sono triplicati nell’ultimo mese. L’allarme è partito quindi dai luoghi di lavoro, ma è stato più blando di qualche giorno fa, quando ci si aspettava che ritornasse l’obbligo anche per molti esercenti di indossare di nuovo le mascherine, che fino a qualche giorno fa sembravano poter diventare un ricordo.