Lowengrube sceglie di abbassare le serrande

Löwengrube, format di ristorazione di successo che da quasi vent’anni promuove in Italia il modello del ristorante-birreria in stile autentico bavarese, ha aperto in questi ultimi giorni due nuovi punti vendita: uno a Torino presso To Dream, l’Urban District più grande del Piemonte, e l’altro a Rimini, in una zona turistica e molto frequentata di fronte a Porta Galliana.

Le due nuove aperture confermano il piano di sviluppo dell’insegna, che punta a crescere parallelamente con il canale franchising e con locali in gestione diretta.

L’apertura di Rimini è frutto della consolidata partnership con un gruppo di imprenditori locali – Filippo Fochi, Ferruccio Perdisa, Fabio Pasini e Gianni Ugolini – che con la loro società Lowen Guys Srl realizzano a Rimini l’apertura del quinto ristorante della regione.

L’apertura nell’urban district To Dream di Torino è frutto invece della joint venture siglata nel 2023 da Löwengrube con SAL Service, società leader nella promozione, sviluppo e investimento in grandi operazioni immobiliari a carattere prevalentemente commerciale, da cui è nata la newco LSM – Löwengrube Shopping Mall, con l’obiettivo specifico di rafforzare la presenza del format nei centri commerciali sul territorio nazionale. Ora LSM gestisce anche il ristorante Löwengrube presente da alcuni anni all’interno del centro commerciale I Viali di Nichelino (alle porte di Torino) e il ristorante in prossima apertura dentro Merlata Bloom di Milano, che aprirà i battenti entro l’estate.

Dietro nome e format stranieri si nasconde un’iniziativa imprenditoriale nata dall’intuito dei due imprenditori italiani Pietro Nicastro e Monica Fantoni, che aprirono nel 2005 il primo locale a Limite sull’Arno (FI), embrione della catena che oggi conta una trentina di punti vendita e oltre 600 persone già impiegate in tutta Italia.