Low cost

I voli low cost rischiano di diventare un ricordo. Non solo per il periodo pasquale e per il ponte del 25 aprile. A dirlo è un’indagine di Federconsumatori e Assoutenti, commissionata dal Messaggero, che chiarisce come anche le tratte brevi oggi abbiamo prezzi alti. Viaggiare da Roma a Milano verso le capitali europee o verso altre zone italiane fa sì che si arrivi a spendere fino a 170 euro. Con un picco di 450 euro, senza voli diretti Easy Jet in Spagna, che prevede un esborso di 450 euro sulla tratta Roma Madrid.

Calano i costi, ma non i prezzi dei voli low cost

La stessa indagine segnala come sia strano il fatto che i costi di gestione siano calati, in primis il prezzo del carburante, anche del 45% in alcuni casi, e le scorte comperate a costi elevati siano esauriti, ma non scendano invece i prezzi. Intanto sono sparite anche le offerte a prezzi stracciati che c’erano prima della pandemia. Sulle tratte principali i costi risultano in media più alti del 139%.

Quanto costano le principali tratte 

Nel periodo dal 18 al 21 aprile viaggiare da Roma a Parigi (andata e ritorno) con Ryan Air costa 150 euro. La tratta Milano Berlino sola andata costa 142 euro.  Dal 20 al 23 maggio  il viaggio Milano-Londra andata e ritorno con le low cost ha un prezzo in media di 164 euro, Roma Berlino arriva a 171, Roma Parigi 114. Sulla stessa linea d’onda anche i voli nazionali con Milano Roma che costa 84 euro, nonostante il calo dei costi del carburante dal 2022 al 2023.

Sono cresciuti i passeggeri

Nel corso del 2023 sono cresciuti però i passeggeri, che nel 2023 sono stati 163 milioni, una cifra che rappresenta un record storico. Allo stesso modo low cost hanno avuto delle impennate nei fatturati. Ryan Air ha chiuso l’anno finanziario con un profitto di 1,33 miliardi e prevede per il 2024 un aumento a 1,95 miliardi di euro. In questo modo si può dire che le perdite covid siano state ripianate.