Lei non è mai stata una signora, nel senso più borghese del termine. E lo rivendicherebbe con orgoglio. “Non sono una signora“, è certamente uno dei brani più rappresentativi del suo percorso umano e artistico. Dopo la cantante Giorgia, è il turno di Loredana Bertè. La leonessa del rock italiano ruggisce ancora. Lei, che ha portato per la prima volta il genere reggae in Italia (questo primato lo rivendica anche Donatella Rettore), affonda la lama su Giorgia Meloni, probabile prima donna premier nella storia della repubblica italiana.

A poco più di un mese dalle elezioni 2022 (si vota il 25 settembre), arriva sui social il durissimo affondo della cantautrice contro la leader di Fratelli d’Italia. Attendiamo con trepidazione il ruggito dell’altra leonessa, la Meloni.

 

Loredana Bertè contro Meloni: il video

 

“Si vergogni”

“Non ha nulla di onorevole”

Nel videoselfie pubblicato sul suo canale la Bertè tuona: “Quando una senatrice come Liliana Segre chiede che sia cancellato dal suo logo quella fiamma che ricorda chiaramente il fascismo e le sue conseguenze, lei la rimuove e basta. Senza arrampicarsi sugli specchi con scuse improbabili. Lei la rimuove, ha capito?”.

Nel finale la stoccata: “Mi sembra il minimo per il rispetto che si deve a una signora che ha passato quello che ha passato oltre a noi cittadini, che siamo veramente stufi, e alla memoria di quelli che non ci sono più. Per quel simbolo sono stati uccisi. Lei si deve vergognare, si vergogni signora Meloni. Si vergogni“.

Dulcis in fundo: “Non l’ho chiamata apposta onorevole perché lei di onorevole non ha proprio niente come la maggior parte dei politici italiani”.

 

Quanti anni ha Loredana Bertè

È evidente che il dibattito politico si sia spostato dalle tribune classiche ai social network e coinvolge sempre più personaggi dello spettacolo. Un fenomeno diffuso da decenni ben prima che in Italia, negli Stati Uniti.

In questo caso è toccato a una delle più grandi rocker della storia della musica. Pensate che a 71 anni continua a sfornare dischi e lanciare giovani talenti. Da sempre attivista in favore dei diritti Lgbt, una carriera, la sua, difficile da sintetizzare in numeri.

 

Il patrimonio di Loredana Bertè

Con 17 album in studio è musicalmente all’attivo, ininterrottamente, dal 1970. Loredana Carmela Rosaria Bertè, nata a Bagnara Calabra il 20 settembre 1950, ha inciso più di 300 brani musicali, firmandone i testi di 45 singoli. Ha venduto oltre 7 milioni di dischi e alcuni brani sono stati tra le hit più ascoltate della storia. Molte canzoni sono evergreen intramontabili. Solo per citarne alcune: Sei bellissima, Il mare d’inverno, Non sono una signora, In alto mare, Dedicato, E la luna bussò.

Trasgressiva, provocante, anticonformista e antidiva, nel 1989 era su tutti i rotocalchi e riviste di gossip mondiali per aver sposato il famoso tennista svedese Björn Borg, dal quale si è separata nel 1992, un anno prima di portare in scena a Sanremo “Stiamo come stiamo” in coppia con l’indimenticabile sorella minore Mia Martini.

Loredana Bertè è un personaggio anomalo tra le “vecchie guardie” del cantautorato italiano perché, se è vero che oggi non si vendono più dischi ma i numeri si fanno su Spotify e piattaforme streaming, è anche vero che continua a vendere album e raccolte (LiBerté è stato disco d’oro nel 2018). Inoltre, ora che è impegnata nella promozione del singolo Mare malinconia con Franco126, Loredana Berte continua con le sue metamorfosi attente ai cambiamenti del tempo. Da anni si è totalmente reinventata sui social Facebook, Instagram e TikTok dove proprio di recente un suo video è diventato virale e testimonia l’incontro a sorpresa con una fan sul treno Frecciarossa. Camaleontica, ma sempre coerente ai suoi ideali che esprime in musica e parole.

Sul patrimonio di Loredana Bertè non si hanno notizie certe e confermate dalla stessa artista. Si sa solamente che nel 2020 risulta di appena 100mila euro, nonostante le numerose partecipazioni televisive, in particolare a The Voice Senior come giudice e ad Amici di Maria De Filippi. Solo nel programma della Clerici avrebbe guadagnato, come gettone di presenza, 10mila euro a puntata, per un totale di 8 puntate.

 

“Sono senza soldi. Dovete aiutarmi”

Tempo fa avrebbe persino rivelato di essere rimasta senza denaro, con un mutuo di oltre 8mila euro da pagare ogni due mesi, e che si sarebbe ridotta sul lastrico per via delle spese condominiali. “Dovete aiutarmi. Non voglio rischiare di fare la fine di Michael Jackson, che se n’è andato solo e pieno di debiti”, sono le dichiarazioni riportate da alcuni giornali.

Il patrimonio di Loredana Bertè in ogni caso va ben oltre i numeri. La sua immensa carriera e la sua arte resteranno immortali nel tempo, e non hanno prezzo.