Negli ultimi anni le economie hanno registrato alti e bassi, evidenziando l’importanza di investire in modo saggio. L’oro è ancora un “porto sicuro” per diversificare il vostro portafoglio in tempi economicamente turbolenti? Negli ultimi anni difficili, l’oro ha dimostrato oppure no, ancora una volta, di essere l’asset solido che ha superato la prova del tempo?
L’oro è tradizionalmente un bene rifugio nei periodi di incertezza economica. Il suo valore aumenta spesso quando altre classi di attività sono soggette a volatilità, rendendolo una copertura solitamente affidabile contro l’inflazione e le fluttuazioni valutarie. Ad esempio, durante la Grande Recessione del 2008, quando i mercati azionari crollavano e le imprese chiudevano a causa di pressioni finanziarie estreme, l’oro ha agito come protezione contro il rischio sistemico. L’oro è cresciuto di oltre il 100% tra il 2006 e il 2009.
Molti investitori ritengono che l’inclusione dell’oro in un portafoglio d’investimento possa migliorare la diversificazione e ridurre il rischio non sistematico. Investire in una serie di strumenti finanziari permette di non mettere tutte le uova in un solo paniere. Altri investimenti che tendono a condividere una relazione con la traiettoria delle azioni, come i mercati energetici, potrebbero vanificare l’idea di diversificazione se aggiunti a un portafoglio con attività che funzionano tipicamente nello stesso modo.
L’oro, che è il reietto di alcuni investimenti correlati positivamente, ha storicamente osservato una correlazione negativa con le azioni globali. Ciò significa che quando il mercato azionario è in rialzo, i prezzi dell’oro di solito scendono e viceversa. L’inclusione dell’oro nei portafogli d’investimento può quindi contribuire a ridurre il rischio complessivo del portafoglio.
Negli ultimi 50 anni, quando i prezzi al consumo hanno registrato un aumento del 5% o più, le quotazioni dell’oro hanno guadagnato in media oltre il 20%, mostrando la sua sovraperformance rispetto all’inflazione. Il possesso dell’oro fisico richiede però la disponibilità di depositi, come caveau o cassette di sicurezza, che possono comportare costi aggiuntivi come la copertura assicurativa e commissioni che contribuiscono alla deflazione nel tempo. Ad esempio, la Royal Mint addebita il 2% più l’imposta sul valore aggiunto (Iva) all’anno sul valore medio di mercato della partecipazione come costi di custodia per i lingotti d’oro e le capsule di monete singole.

A differenza di azioni o obbligazioni che possono fornire dividendi o interessi, l’oro non genera un reddito passivo. Quando i tassi di interesse sono bassi, il costo opportunità di detenere oro diminuisce, rendendo l’oro più interessante per gli investitori. Al contrario, quando i tassi d’interesse aumentano, l’oro può subire un temporaneo rallentamento a causa della potenziale attrattiva degli investimenti alternativi.
Le alternative alla detenzione di ricchezza in oro sono i conti di risparmio o le obbligazioni a basso rischio, che possono aiutare gli investitori a guadagnare interessi. Pertanto, quando i tassi d’interesse aumentano, aumentano anche i rendimenti dei conti di risparmio e delle obbligazioni, rendendo l’oro un investimento meno interessante. I prezzi dell’oro possono essere soggetti a fluttuazioni a breve termine, influenzate da fattori quali indicatori economici, politiche delle banche centrali ed eventi geopolitici. I prezzi dell’oro e dell’argento sono estremamente sensibili a cambiamenti inattesi nel sistema finanziario e nell’economia mondiale.
L’investimento in oro offre una certa flessibilità, consentendo di scegliere il metodo più adatto alle proprie preferenze e ai propri obiettivi finanziari. I modi più comuni per investire in oro sono:
Oro fisico
Possedere oro fisico sotto forma di lingotti, monete o gioielli è un investimento tangibile e rassicurante. I commercianti di lingotti e le banche affidabili offrono la possibilità di acquistare e conservare l’oro in modo sicuro.
Etf aurei
I fondi negoziati in borsa (ETF) sono un modo accessibile e conveniente per investire in oro senza l’elemento del possesso fisico. Questi fondi seguono il prezzo dell’oro e possono essere acquistati e venduti in borsa.
Futures e opzioni sull’oro
Questi strumenti finanziari derivati offrono l’opportunità di operare sul prezzo futuro dell’oro senza possedere il metallo fisico. Potete negoziare futures e opzioni sull’oro con i CFD sulle nostre piattaforme di trading a leva, per trarre il massimo vantaggio dal trading online sull’oro.
Azioni minerarie
Queste società esplorano le risorse aurifere, sviluppano miniere e vendono questo e altri metalli. Alcune azioni dell’oro disponibili per l’acquisto sulla nostra piattaforma di trading sono Barrick Gold Corp e Franco-Nevada Corp. Le azioni delle miniere d’oro possano talvolta avere il potenziale di sovraperformare in concomitanza con l’aumento dei prezzi dell’oro. Pur essendo molto più volatili dei lingotti d’oro, gli investitori possono puntare a rendimenti significativi nei momenti rialzisti del mercato del metallo puro.