Regione Lombardia

Quando si fa riferimento alla Regione Lombardia il primo pensiero va alla grande capacità
imprenditoriale dei lombardi, quasi 900mila imprese che contribuiscono a fare della Lombardia la locomotiva d’Italia e tra le principali regioni economiche d’Europa. La Lombardia si caratterizza per una presenza ‘naturale’ delle imprese all’interno della comunità, perché oltre ad assumere un ruolo economico e di sviluppo, rappresentano presidi sociali e culturali per tutti i territori. All’interno di ogni realtà c’è un racconto, una storia, una cultura del lavoro; imprenditori e lavoratori, nei loro diversi ruoli, indossano la ‘stessa maglia’ perché credono negli stessi obiettivi.

La regione al fianco degli imprenditori

Da qui la volontà della Regione di continuare un lavoro di forte sostegno al tessuto produttivo ed economico, anche perché solo le imprese sono in grado di generare occupazione ed è quindi solo supportando lei imprese che si sostiene il lavoro.
Non stupisce dunque che il Presidente Fontana e l’assessore Guidesi a pochi giorni dall’inizio della nuova legislatura abbiano deciso di convocare una conferenza stampa per presentare il nuovo pacchetto investimenti a favore delle imprese. Nuovi aiuti dal valore di 210 milioni di euro per un pacchetto che si articola in tre linee, quella dedicata allo ‘sviluppo aziendale’, quella relativa all’’efficientamento energetico’ e quella rivolta all’attrazione di investimenti. Inoltre, grazie alla capacità dell’iniziativa regionale di coinvolgere gli istituti bancari, si stima verranno attivati circa 500 milioni di euro sotto forma di finanziamenti. Un ulteriore dimostrazione di quanto Regione Lombardia sia efficiente anche in merito all’utilizzo dei fondi comunitari; aumento dell’attrattività, tutela dell’ambiente e creazione di nuove opportunità di sviluppo e di lavoro, gli ambiziosi e concreti obiettivi che si sono posti a Palazzo Lombardia e dalle imprese e dalle associazioni continuano ad arrivare approvazioni e dimostrazioni di forte interesse.
“Tra le caratteristiche principali delle nuove misure – hanno detto Fontana e Guidesi in conferenza stampa – certamente la volontà di Regione di investire maggiormente sull’attrattività della Lombardia, offrendo uno strumento in più e nuove risorse economiche per nuovi papabili investitori così da consolidare il primato nazionale anche in chiave europea; allo stesso tempo ci poniamo l’obiettivo di recuperare aree dismesse da valorizzare in ottica di sviluppo produttivo e di maggiore occupazione”.

LEGGI ANCHE: Guido Guidesi: “L’autonomia fiscale per la Lombardia vuol dire equità in Europa”

Continua l’unione vincente tra pubblico e privato in Regione Lombardia 

Un nuovo lavoro frutto di un metodo che si è sempre dimostrato vincente in Lombardia, il rapporto pubblico-privato; anche in questo caso l’apporto delle imprese e delle associazioni di categoria, oltre che di tutti gli stakeholder economici, è stato fondamentale, il pacchetto investimenti infatti si caratterizza sulla condivisione, sull’ascolto e sul fare sistema. Il sistema economico e produttivo guarda con attenzione e interesse a questa metodologia e
impostazione perché le sfide da vincere sono tante e hanno già avuto prova di poter trovare un interlocutore tempestivamente pronto a sostenere le loro istanze.