logistica

Con 86 miliardi di euro di fatturato e una crescita del +3,5% nell’ultimo anno, la logistica italiana continua il suo percorso virtuoso e si prepara a una vera e propria svolta. La direzione tracciata per i prossimi dieci anni dall’Allegato Infrastrutture al DEF 2022, infatti, individua gli interventi prioritari per il comparto dei trasporti e della logistica, concretizzabili grazie ai 61 miliardi del PNRR ad esso destinati, coerentemente con gli obiettivi nazionali ed europei di lotta al cambiamento climatico e di transizione digitale.

È con queste importanti premesse che la filiera della logistica tornerà a incontrarsi dal 5 al 7 ottobre 2022, per la seconda edizione di Green Logistics ExpoIl Salone Internazionale della Logistica Sostenibileil più importante appuntamento fieristico B2B, italiano e internazionale, dedicato alla logistica a 360 gradi che ad oggi coinvolge già 140 espositori tra i maggiori player del settore, tra cui Interporto di Padova, Fercam, Mercitalia, G.T.S. La manifestazione, organizzata da Senaf presso il polo fieristico di Padova, rappresenta l’intero settore e sarà una preziosa occasione di confronto e di aggiornamento professionale, per imprese e stakeholder.

“Green Logistics Expo si avvicina e possiamo dire con orgoglio che sarà un’edizione molto sentita da tutto il comparto – dichiara Marco Valsecchi, Direttore generale Padova Hall – Green Logistics Expo vuole essere un vero e proprio strumento per accompagnare la costruzione di un’identità unitaria del settore, che si appresta a realizzare grandi cambiamenti, necessari per il Paese. È questa l’autentica missione di una fiera che in Italia mancava e che mette insieme business, innovazione e cultura con la presenza dei nodi logistici fondamentali, delle imprese leader e degli stakeholder di riferimento

Quattro le macroaree espositive che rappresentano al meglio la realtà della logistica in Italia e in Europa, IntermodalitàLogistica IndustrialeCity&Logistics, E-commerce, tutte in grado di riunire integralmente la filiera.

Nei giorni di fiera, eventi e dibattiti affronteranno i temi più urgenti, come la convergenza di fondi pubblici sulla logistica ma anche le necessità del settore di fare i conti con la transizione energetica e l’economia circolare.

Il 5 ottobre al via la fiera della logistica sostenibile a Padova

Si parte il 5 ottobre con il convegno inaugurale “Investimenti, Infrastrutture, Riforme. La logistica per trasformare l’Italia” durante il quale sarà previsto un collegamento video con Interporto Padova per la contemporanea inaugurazione del Nuovo terminal Intermodale per semirimorchi.

Subito a seguire, il programma della prima giornata prevede altri due importanti focus: il primo a cura di Telecom Italia SpA TIM, “La sicurezza informatica nel processo di trasformazione digitale”, il secondo “RFI – L’età del ferro. I 10 anni che cambiano l’Italia” che vedrà direttamente coinvolta, in una conversazione con Marco Spinedi, Presidente Interporto Bologna, Anna Masutti, Presidente RFI SpA., l’occasione per sapere esattamente non solo investimenti ma assegnazioni, apertura cantieri, e inaugurazioni delle infrastrutture finanziate dal PNRR.

Da segnalare nella mattinata di venerdì 7 ottobre un confronto diretto tra gli MTO e i responsabili logistici della piccola, media e grande impresa. All’appuntamento fa seguito un seminario, curato da C.I.S.Co. e Porto di Genova, sul tema di grande attualità del CTU Code, un Codice che rafforza e chiarisce le responsabilità e gli obblighi dei vari partecipanti nella catena di spedizioni via mare che comprende: mittenti, imballatori, imprese di trasporto su strada, le imprese ferroviarie e i destinatari.

Il 6 ottobre fari puntati sull’organizzazione sostenibile dei magazzini, grazie alla presentazione dell’Osservatorio OSIL – Osservatorio sull’immobiliare logistico realizzato da LIUC Università Cattaneo, che ha sviluppato il sistema di rating VA.LO.RE. (Valuation Logistics Real Estate) per misurare la qualità e la fungibilità dei magazzini industriali. Il team di ricercatori del “Green Transition HUB” di LIUC Università Cattaneo, guidato dal professor Fabrizio Dallari, direttore del Centro sulla Logistica e il Supply Chain Management, ha realizzato, inoltre, l’unità dimostrativa denominata Green Logistics 360° Tour, un percorso guidato (fisico e virtuale) tra le best practice in diversi ambiti della logistica sostenibile (imballaggi, magazzini, trasporti e supply chain) a disposizione dei visitatori tutti i giorni di fiera.

Vere protagoniste della manifestazione saranno le associazioni, SOS- LOGisticaAssologisticaANITA (Associazione Nazionale Imprese Trasporti Automobilistici) e UIR (Unione Interporti Riuniti), tutte presenti con un’area espositiva, un Villaggio, ad hoc.

LEGGI ANCHE: Vodafone Italia e Alis insieme per la digitalizzazione della filiera logistica

Infine, oltre al patrocinio di Interporto Padova, Green Logistics Expo sarà supportata dal MIMS Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibile e dalle principali associazioni di categoria nazionali, come AssologisticaAILOG (Associazione italiana di logistica e di supply chain management), ASSOPORTI (Associazione dei Porti Italiani), CONFETRA (Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica), CSCMP, LIUC Business School, SOS-LOGistica (Associazione per la Logistica Sostenibile), SRM, TRT (Trasporti e Territorio), UIR (Unione Interporti Riunitui), e dalle principali istituzioni del territorio, come Regione Veneto, Comune di Padova, Provincia di Padova e Camera di Commercio Padova

A proposito di Green Logistics Expo

Green Logistics Expo, l’unico appuntamento fieristico italiano B2B dedicato all’intero comparto della logistica. La prima edizione, avvenuta dal 7 al 9 marzo 2018, ha dato il via a una delle fiere dedicate alla logistica sostenibile che promette di diventare il nuovo e innovativo punto di riferimento del settore. La seconda edizione di Green Logistics Expo avverrà dal 5 al 7 ottobre 2022 presso Fiera di Padova con la collaborazione di SENAF, produttore di eventi fieristici B2B tra i quali MECSPE.