Stefano Colarieti, Dg di Consenso Europa

Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così di chi è abituato a frequentare le stanze del potere senza dare nell’occhio, alla soglia dei 60 anni Stefano Colarieti è una delle figure più conosciute e apprezzate nel soft mondo del lobbismo romano.

La società che dirige, Consenso Europa, è specializzata in public affairs e comunicazione e offre i suoi felpati servizi a istituzioni, imprese, organizzazioni di categoria, media, università. Con un punto fermo di cui va fiero: la trasparenza.

Per raggiungere i suoi obiettivi, che poi sono quelli dei tanti clienti che si rivolgono a lui per navigare nel periglioso mare capitolino, il ternano-romano formatosi alla scuola di Mario Segni non usa trucchi ma dichiara il gioco che intende sviluppare.

Se un interesse è lecito, se un’aspettativa è legittima, non occorre nascondersi o alzare cortine di fumo – magari al solo fine di darsi importanza o alzare la posta – ma è sufficiente studiare con cura i dossier e mettere in fila le mosse giuste.

Il curriculum parla per lui: laureatosi in Scienze politiche a Perugia, diventa consulente di importanti gruppi industriali fino ad assumere nel 2000 il ruolo di direttore generale di Running, entrando a far parte del Gruppo Reti del maestro Claudio Velardi.

Insegna “Relazioni istituzionali, Lobby e Comunicazione d’impresa” presso la Luiss Business School ed è autore e curatore di libri come “Introduzione al marketing politico”, “Introduzione alle relazioni istituzionali”, “Comunicazione e rappresentanza”.

Consenso Europa è un pezzo pregiato del Gruppo Hdrà che vanta un vertice di tutto rispetto con il presidente Mauro Luchetti e l’amministratore delegato Marco Forlani, da qualche settimana anche al timone della galassia Forbes rilevata da Danilo Iervolino.

Sempre impegnato sul campo in prima persona, Colarieti si avvale di una squadra affiatata che comprende il direttore strategico e operativo Maria Rosa Basile e il responsabile della Comunicazione Stefano Di Traglia, già portavoce di Pier Luigi Bersani.