Giovannini i porti italiani saranno centrali

L’Italia dovrà diventare uno dei luoghi di passaggio delle merci nel Mediterraneo, grazie agli investimenti sui porti. La linea la lancia il ministro dei trasporti Enrico Giovannini, che spiega come il ruolo che la Penisola deve assumere sul mare non è più quello di sola destinazione delle merci, ma di transito.

LEGGI ANCHE: Ferrobonus e Marebonus, Alis ringrazia il governo per le misure

“Non possiamo pensare all’Italia semplicemente come a una piattaforma logistica di arrivo delle merci perché essere una piattaforma in cui le merci passano per andare altrove lascia un valore limitato sui territori. In quest’ultimo anno e mezzo abbiamo immaginato l’Italia come un luogo di trasformazione e di partenza, non solo di arrivo, delle merci, il che richiede un cambiamento di ottica molto importante, che spiega il forte investimento sui retroporti, dove potrebbero installarsi imprese che tornano a produrre in Europa, seguendo la tendenza al reshoring indotto dalla pandemia e dalle tensioni geopolitiche”. Lo ha affermato il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, nel suo intervento alla quarantatreesima edizione del Meeting di Rimini dove ha partecipato al panel sul tema “Mare nostrum: il Mediterraneo, nuovo nodo di connessioni”.

Investire sui porti per rilanciare il paese 

“Dobbiamo superare certi stereotipi. Pensare che le merci arrivino in Sicilia o Gioia Tauro e poi continuino a viaggiare per tutta l’Italia in treno, per poi proseguire verso la Germania e i paesi del centro Europa, a fronte dell’ipotesi di arrivare direttamente a Genova e a Trieste, è un non-senso a causa dei costi. Ben diverso, ed è quello che stiamo facendo con gli investimenti senza precedenti sulla portualità, è potenziare le diverse specificità dei porti, dove l’Italia ha grandi opportunità, come mostra anche Gioia Tauro per il cosiddetto reshipping” ha aggiunto Giovannini. Parte dei fondi del Pnrr sulle grandi strutture, sono destinate anche a interventi sui porti, in modo particolare nelle isole e nelle regioni del Sud Italia.