Klarna ha ridotto le sue perdite nella prima metà dell’anno, e un famoso chatbot potrebbe averci messo lo zampino.

Già: perché i programmi “Compra ora, paga dopo” consentono ai clienti di distribuire i pagamenti nel tempo con un credito senza interessi. È un’idea interessante quando i soldi sono buoni e le scarpe firmate – o l’altro acquisto d’impulso che si vuol fare – non sono tecnicamente a portata di mano. Ma è potenzialmente rischiosa quando il costo della vita svuota i portafogli dei cittadini e gli aumenti dei tassi hanno reso il debito senza interessi una richiesta molto più ambiziosa. Ma finora un numero ancora maggiore di acquirenti sta usando Klarna per rendere più gestibili i beni di prima necessità, e per di più l’inflazione non ha impedito loro di tenere il passo con i debiti. Il vero successo di Klarna, tuttavia, è stato ottenuto grazie a un’accorta riduzione dei costi e all’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale come ChatGPT per migliorare l’efficienza. Questo ha permesso di ridurre le perdite di due terzi nella prima metà di quest’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e Klarna ha persino ottenuto un mese di profitto.

L’attività di Klarna è stata particolarmente fiorente negli Stati Uniti, dove ora vanta circa 30 milioni di utenti e tre trimestri consecutivi di profitti lordi. È proprio quello che ci vuole: Klarna ha sempre dichiarato di volere una presenza consolidata negli Stati Uniti prima di quotarsi in borsa. E anche se i mercati non sono esattamente brillanti in questo momento, ciò significa che Klarna – una volta la startup di maggior valore in Europa – potrebbe raggiungere la fase pubblica tra qualche anno.

L’impatto di ChatGPT su Klarna mostra solo un briciolo del suo potenziale nel mondo degli affari. Lo sa bene OpenAI, il creatore della tecnologia, che ha lanciato una versione aziendale del chatbot con nuove funzionalità e impostazioni sulla privacy pensate per attirare le aziende. Questo dovrebbe far lievitare ulteriormente i ricavi di ChatGPT, che si aggiungeranno al miliardo di dollari di fatturato annuo già raggiunto.