Spese folli a palazzo. È questo un titolo possibile per un tabloid britannico chiamato ad esprimersi sulle spese dei Windsor, la famiglia reale che sembra non risentire dell’inflazione e del periodo particolarmente delicato a livello economico per i cittadini. Stando a quanto riportato nei conti del bilancio annuale del Sovereign Grant, “Fondo Sovrano” – stanziamenti sovvenzionati con denaro dei contribuenti britannici per le spese e i ‘rimborsi’ destinati alla famiglia reale – in un solo anno la Regina Elisabetta ed i suoi eredi avrebbe speso ben 100 milioni di sterline, ovvero 115 milioni di euro.

Le spese dei Windsor

Entrando più nello specifico si tratterebbe di fondi utilizzati per mantenere le residenze e fronteggiare le spese di soft diplomacy esercitate dai reali, oltre che il loro ruolo di acceleratori del turismo e dell’indotto economico per il Paese. Si tratta, però, di soldi pubblici, con il costo a persona per i cittadini UK che corrisponde a 1,29 sterline. Malgrado la spesa unitaria dei cittadini sia contenuta, non si può non notare che a palazzo si spenda decisamente troppo, un più 17% rispetto all’anno precedente.

Non è tutto, infatti parallelamente alle spese incontrollate, i Windsor avrebbero visto nell’ultimo anno aumentare il fondo privato derivante dai profitti delle proprietà del ducato di Cornovaglia affidato al principe di Galles, Carlo. Tale fondo, che serve a finanziare la vita dell’erede al trono, di sua moglie Camilla e della famiglia del figlio primogenito William, è cresciuto di 93 milioni in un anno, arrivando alla cifra di 1,2 miliardi di sterline.

Proprio quest’ultimo fattore potrebbe svincolare in futuro la casa reale dalle critiche, con il fondo che, continuando a crescere, potrebbe andare a finanziare maggiormente le attività e la beneficienza posta in essere dai Windsor. Maggiori risorse autonome, dunque, e un minore ricorso ai fondi pubblici per provare a sfuggire alle critiche del regno.