Federico Taddei

Un partner affidabile per gli imprenditori, anche piccoli, che vogliono diversificare parte dei loro patrimoni in startup, aziende innovative e anche Pir. Ersel, prima società di fondi comuni autorizzata in Italia, fin dal 1936 è prima di tutto specialista nella gestione di patrimoni, ma affianca da sempre alla sua attività principale servizi di consulenza sugli investimenti, servizi fiduciari, di asset protection e di corporate advisory. «La clientela tipica del nostro gruppo è rappresentata da famiglie imprenditoriali che affianchiamo nella continuità dell’azienda, nei percorsi di crescita e nei momenti di discontinuità» dice Federico Taddei, direttore commerciale del Gruppo Ersel. «In tutte le diverse fasi di vita di un business, gli imprenditori mantengono la loro straordinaria distintività per lungimiranza, curiosità, visione, tenacia e soprattutto coraggio. L’essenza imprenditoriale sopravvive anche nei casi di vendita dell’azienda e l’investimento in start up e pmi rappresenta il modo per continuare ad essere imprenditori, per avvicinare i figli all’impresa, per trovare e far crescere imprese su settori complementari» aggiunge Taddei.

Mosaicoon, Treedom, Satispay o Homepal sono storie di successo, cresciute grazie alla volontà di affiancare e sostenere i clienti nella valutazione di dossier e nella ricerca di potenziali partner

I numeri di Aifi dimostrano che il fenomeno degli “investimenti in non quotato” è in crescita anche in Italia: nel 2016 il mercato del private equity e del venture capital ha segnato un record a 8,2 miliardi di euro. Una delle forme di diversificazione in crescita è senz’altro quella in startup: «Anche se gli incentivi fiscali non potranno trasformare il nostro paese nella Silicon Valley o in Tel Aviv, i capitali di ventura scendono in campo per sostenere le iniziative e le imprese del futuro, affiancando università, centri di ricerca, incubatori, acceleratori. Gli imprenditori portano la propria esperienza e contribuiscono alla crescita delle giovani imprese. Sempre più clienti ci chiedono supporto nella valutazione di dossier e nel coinvolgimento di controparti potenzialmente interessate a specifici deal in diversi settori» spiega ancora il direttore commerciale, grazie alla cui volontà di affiancare e sostenere i clienti in questo campo sono cresciute storie di successo come quelle di Mosaicoon, Treedom, Satispay, Homepal.

Le affianchiamo nella continuità dell’azienda, nei percorsi di crescita e nei momenti di discontinuità

Anche le aziende innovative sono al centro dell’interesse di chi cerca un investimento alternativo: «Le Pmi innovative, in un paese come il nostro dove dominano i distretti industriali, attraggono altrettanto interesse nella canalizzazione di capitali necessari alla crescita. Si tratta peraltro anche dei casi di piccole aziende molto orientate alla ricerca che potranno essere integrate in strutture più grandi. Tutte le aziende nascono come startup e, nel nostro ruolo di intermediari, grazie ad un consolidato network di relazioni, possiamo favorire l’incontro di grandi e piccoli imprenditori per una contaminazione virtuosa e possiamo contribuire alla valutazione della migliore strutturazione delle operazioni» dice ancora Taddei. Diverso ma ugualmente attuale il discorso relativo ai Pir: «Parliamo in questo caso di società in crescita, che rappresentano spesso i campioni del nostro sistema produttivo. Dal 1991 il nostro Fondersel PMI investe in questi campioni e ha da subito recepito la normativa PIR. L’investimento in PIR permette di sostenere l’economia reale indirizzando risorse anche verso le Pmi».