La settima arte fa tappa a Milano

Citizen investigative journalism e notizie manipolate, la correzione mirata di una sequenza di Dna, le neuroscienze, i diritti civili delle donne, l’immigrazione: sono alcuni dei temi trattati, narrati e approfonditi dal cinema del reale con le anteprime al 5° Festival internazionale del documentario
“Visioni dal mondo, immagini dalla realtà”, organizzato dalla società di produzione Frankieshowbiz con la direzione artistica di Fabrizio Grosoli, a Milano (Teatro Litta e Museo nazionale scienza e tecnologia Leonardo da Vinci), che si conferma uno degli eventi principali della seconda edizione del programma promosso dal Comune di Milano Milano MovieWeek dedicata alla settima arte, il cinema e l’audiovisivo, dal 12 al 15 settembre.

«L’obiettivo del nostro Festival è quello di supportare il settore, sia nei confronti del pubblico che nei confronti degli addetti ai lavori», spiega a Economy Francesco Bizzarri (nella foto), Fondatore e Direttore del Festival internazionale del documentario “Visioni dal mondo, immagini dalla realtà”. «La nostra sezione business Visioni Incontra, infatti, che si tiene nei primi due giorni del Festival, il 12 e il 13 settembre, ha l’obiettivo di creare una vetrina unica dedicata al cinema documentario di qualità dove i team selezionati hanno la possibilità di presentare in venti minuti il proprio progetto a un esclusivo pubblico di professionisti dell’audiovisivo. Durante le due giornate di “Visioni incontra” verranno presentati i progetti, nelle ultime fasi di sviluppo e finanziamento, che concorreranno al Premio “Visioni incontra, migliore progetto documentario”».

Il Festival (che ha come sponsor Bnl Gruppo Bnp Paribas e Pirelli) conterà su ospiti come Martina Colombari, Lorenza Indovina, Matilde Gioli, Pernille Rose Grønkjær, Erik Gandini, Wilma Labate, masterclass e eventi speciali, in grado di raccontare la realtà e le grandi tematiche sociali con delle vere e proprie opere d’arte, inoltre ha la collaborazione dell’Istituto Luce Cinecittà, di Lombardia film commission, di Doc/it – Associazione documentaristi italiani, di Hot Docs, il contributo di Image Building, con un approfondimento su Lampoon, per “Visioni incontra” il supporto di Edi, Effetti Digitali Italiani , e il supporto delle migliori scuole e facoltà di cinema milanesi.

Tra i titoli internazionali in concorso, il Festival prevede in anteprima nazionale la proiezione di “Bellingcat – Truth in a post-truth world”, scritto e diretto da Hans Pool, sul collettivo ‘citizen investigative journalism’, conosciuto, appunto, come Bellingcat; “Hunting for Hedonia” il film documentario della regista danese Pernille Rose Grønkjær sulla Deep brain stimulation (Dbs), il rivoluzionario strumento utilizzato dalle neuroscienze per alleviare malattie mentali e sull’impatto che potrebbe avere sull’identità umana e sul senso di se stessi; “Human nature”, di  Adam Bolt, co-sceneggiatore del film premio Oscar “Inside Job”, prodotto dal grande giornalista americano Dan Rather, sulla Crispr, la correzione mirata di una sequenza di Dna. Per il programma completo: www.visionidalmondo.it