Ita-Lufthansa

La Lega sul piede di guerra contro l’Ue, dopo che è iniziata a circolare la voce di una bocciatura dell’accordo Ita- Lufthansa. «La Lega e il governo saranno pronti a fare qualsiasi tipo di provvedimento nei confronti dell’Ue, che in questo caso dimostrerebbe di odiare l’Italia e gli italiani».

A sollevare la questione è il ministro dei trasporti Matteo Salvini che dichiara nell’ultimo giorno di campagna elettorale: «Ho appena parlato con Giorgetti. Se fosse vero che Bruxelles sta aspettando il giorno dopo le elezioni per bocciare l’accordo tra Ita e Lufthansa, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro in Italia e facendo un favore ai francesi, sarebbe gravissimo».

Ore decisive in Europa per l’accordo Ita-Lufthansa

L’intervento arriva proprio nel momento in cui le delegazioni di Italia e Germania si trovano a Bruxelles per discutere dei temi che finora hanno tenuto bloccato il dossier che attende il via libera dell’Antitrust Ue. Secondo quanto riportato dal Corriere della sera «I tecnici della Direzione generale della Concorrenza europea — guidati dalla commissaria Margrethe Vestager — sono disposti a dare il via libera alle nozze a patto che il vettore tricolore non entri mai nella joint venture transatlantica che il gruppo di Francoforte ha con United Airlines e Air Canada». La stessa commissaria ha fatto sapere che i casi di bocciatura sono rari. Da parte sue anche il ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti ha espresso il proprio ottimismo, anche se nel caso di un fallimento sarebbero davvero a rischio i posti di lavoro di centinaia di italiani. «Se l’Unione Europea dovesse bocciare l’accordo tra Ita e Lufthansa, sarebbe davvero preoccupante, come ha giustamente detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini dopo un colloquio con il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti. Non possiamo permettere che Bruxelles metta a rischio migliaia di posti di lavoro in Italia, spinta, magari, da qualche pressione francese. La Lega è pronta a prendere provvedimenti: siamo e saremo sempre a difesa degli interessi degli italiani senza se e senza ma». Così i deputati della Lega in Commissione Trasporti Elena Maccanti, Andrea Dara, Domenico Furgiuele, Riccardo Augusto Marchetti ed Erik Pretto.