Ita-Lufthansa

Dopo sette mesi di trattative è in arrivo il via libera alla fusione tra Ita e Lufthansa, da parte della Commissione Ue. La notizia è circolata nel pomeriggio di oggi e ha trovato una conferma da parte ministro di Economia e Finanze Giancarlo Giorgetti. Nei mesi scorsi sono stati espressi diversi dubbi da parte della Commissione Ue sulla fusione tra le due realtà, soprattutto riguardo al rischio di un monopolio su Linate e in modo particolare su Fiumicino.

La trattativa Ita-Lufthansa sembrava a rischio 

La trattativa tra le due compagnie aeree fino a pochi giorni fa sembra dovesse essere a rischio, soprattutto a causa delle molte osservazioni arrivate da Bruxelles, che sembravano dover comportare sforzi eccessivi da parte sia del Mef che si chi stava a capo dei due gruppi. «La data è fissata, sono convocati sposi e testimoni: in questo momento credo che convoleremo a nozze, però tutto può essere». Così – a margine di un evento all’Associazione industriale di Cremona – il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha confermato come sia vicino il via libera della Commissione europea all’operazione Lufthansa/Ita, spiegando che «ancora in questi giorni si è lavorato duramente per superare tutti gli ostacoli e arrivare alle “tanto sospirate nozze”. Il nodo fino all’ultimo è quello sulle condizioni poste dalla Commissione per l’ingresso di Ita nel gruppo Lufthansa, per superare i problemi per la concorrenza legati alle rotte su Linate e non solo». Negli ultimi giorni sono stati fatti progressi: il dossier, comunque, non è ancora chiuso ufficialmente come confermano le parole del ministro. La decisione potrebbe arrivare qualche giorno prima della scadenza, fissata per il 4 luglio.

LEGGI ANCHE: Ita-Lufthansa, l’impegno per evitare che nasca un monopolio