NOVA BANA, SLOVAKIA - SEPT 25, 2019: A male hand holding a new Apple iPhone 11 Pro smartphone.

Oggi non è solo la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo e l’anniversario della nascita di Giacomo Leopardi, è anche – diremmo forse soprattutto – il quindicesimo compleanno del “melafonino”: l’iPhone.

La sua nascita il 29 giugno del 2007 fu l’inizio di un mondo nuovo per la telefonia e lo strano oggetto riceveva continue critiche dai maggiori concorrenti che irridevano il tentativo, anche se dal principale concorrente, Blackberry, giungevano commenti di stupore: «hanno messo un computer dentro a un telefono».

iPhone, disegnò subito un nuovo confine da superare da parte della concorrenza e divenne il termine di paragone con cui fare i conti costringendo la concorrenza ad adeguarsi. Anno dopo anno, ha mutato radicalmente il rapporto tra noi e la tecnologia con le sue lunghe file davanti agli Apple Center in occasione del lancio di ogni nuovo modello. Certo il costo è spesso quasi proibitivo ma la gente si adegua comprando a un mercato simile a quello dei preziosi ogni genere di iPhone “usato ma tenuto bene”.

Steve Jobs presentò il primo iPhone al Moscone Center di San Francisco,  descrivendolo in modo enfatico come dispositivo, in grado di racchiudere al suo interno tre funzioni contemporaneamente: telefono, musica, internet

“Questo è un giorno che ho aspettato con ansia. Ogni tanto, viene avanti un prodotto rivoluzionario che cambia tutto. Oggi, stiamo introducendo tre prodotti rivoluzionari di questo tipo in un solo telefono avanti di cinque anni rispetto a qualunque altro”.

Era vero. iPhone si presentava si presentava privo di tastiera in favore del «touch», in contrasto con l’iconica tastiera di BlackBerry che fu costretto a tentare di adeguarsi in una corsa che prima lo vide perdente e che poi lo condannò definitivamente all’uscita dal mercato della telefonia.

A giugno 2007 venne venduto il primo iPhone, solo dieci anni più tardi, veniva venduto il miliardesimo. Oggi due persone su tre possiedono uno smartphone ed è un iPhone in oltre un miliardo di casi.

iPhone è il prodotto di maggior valore di Apple e, dal 2008, anche la sua principale fonte di reddito. Con l’iPhone, Apple è infatti diventata una delle aziende di maggior valore al mondo, si pensi all’aumento di fatturato passato dai 37,4 miliardi di dollari nel 2008 ai 65 miliardi di dollari nel 2010.

E’ sempre iPhone ad aver permesso ad Apple di lanciare nuove categorie di prodotti, come l’iPad. Apple ha immaginato il tablet come un ponte tra lo smartphone e il laptop, con la capacità di essere entrambi.

Sebbene Apple abbia diversificato la sua linea di prodotti e servizi, l’iPhone è ancora responsabile del 50% delle sue entrate. Negli ultimi due anni Apple ha aggiunto nuovi modelli, come il Mini, il Pro e il Max, ma questo non ha generato più clienti. Un numero maggiore di clienti si tiene il proprio telefono per un periodo più lungo, con Apple che fornisce aggiornamenti software per più di due anni

(Fonte dei dati: businessofapps.com)