Intesa Sanpaolo aumenta la propria quota di partecipazione in CreditAccess India, salendo al 2% nella società, fondata nel 2008 da Paolo Brichetti e che ha l’obiettivo di accelerare la crescita delle zone più rurali dell’India, concedendo microcredito alle piccolissime imprese, in particolare femminili, permettendo a tante donne il raggiungimento dell’autonomia lavorativa e della piena partecipazione allo sviluppo della famiglia e della comunità.

Microcredito alle imprenditrici per far ripartire lo sviluppo 

CreditAccess India, opera con la controllata CreditAccess Grameen Ltd, quotata sul mercato indiano. è diventata leader del microcredito in India e tra le top 10 nel settore a livello mondiale. Attualmente conta circa 4,6 milioni di clienti, 2.300 filiali tra India, Filippine e Indonesia, un portafoglio crediti pari a oltre 2 miliardi di euro e 22.125 dipendenti. Attiva nella concessione di prestiti a soggetti impossibilitati ad accedere al credito tradizionale per mancanza di garanzie reali, CreditAccess si rivolge prevalentemente alle donne, fornendo loro risorse sufficienti a gestire attività imprenditoriali minori – come la vendita di prodotti al dettaglio, il piccolo artigianato e gli allevamenti – considerate parti essenziali del motore dell’economia indiana. I crediti concessi permettono il raggiungimento di un’autonomia lavorativa alle piccole e micro-imprenditrici. 

Negli anni CreditAccess ha saputo combinare la sostenibilità del business con gli obiettivi di inclusione finanziaria e sviluppo delle aree rurali non bancarizzate dell’India, coniugando la crescita sostenibile, sia organica sia esterna, con la capacità di essere catalizzatore dello sviluppo delle zone più arretrate del Paese, offrendo sempre lavoro di qualità (la società è certificata Great Place to Work e ha più di 15.000 dipendenti).

CreditAccess si ispira al modello di microfinanza ideato da Muhammad Yunus, Premio Nobel per la Pace 2006 per aver realizzato, con la sua Grameen Bank, il microcredito moderno, garantendo liquidità alle popolazioni locali senza garanzie collaterali. CreditAccess India, partecipata da numerosi soggetti,

I principali azionisti 

Credit Acess vede nel novero degli azionisti che la sostengono nomi di rilievo come Olympus Capital, Asia Impact Invest, Asian Development Bank e CEI (Conferenza Episcopale Italiana).

Flavio Gianetti, Executive Director M&A and Group Shareholdings Intesa Sanpaolo, dichiara: “Siamo entusiasti di aver incrementato la nostra partecipazione in CreditAccess India, società leader mondiale nel settore e realtà in cui crediamo fortemente capace di coniugare un forte set di valori con una redditività sostenibile nel tempo, caratteristiche ampiamente riconosciute dal mercato. Tale iniziativa si inserisce nel solco delle molteplici attività che il nostro Gruppo porta avanti da anni in ambito nazionale nel campo della solidarietà sociale, della lotta alle diseguaglianze e a favore di uno sviluppo economico inclusivo. Crediamo fermamente che tale impegno possa e debba essere esteso a livello internazionale in contesti come quello dell’India, garantendo lavoro e autonomia economica a tante donne e alle loro famiglie, supportando una crescita sostenibile e inclusiva del tessuto imprenditoriale locale”.

Paolo Brichetti, Fondatore e CEO di CreditAccess India, afferma: “L’aumento della partecipazione di Intesa Sanpaolo in CreditAccess India rappresenta un elemento straordinariamente positivo nel nostro percorso di crescita, capace di creare valore per tutti gli stakeholder grazie al contributo strategico, finanziario e tecnico portato dalla Banca. Ci aspettiamo una ulteriore forte crescita delle nostre attività e manteniamo l’obiettivo di servire 10 milioni di clienti entro fine 2025. In questo percorso, il supporto di una realtà con una visione internazionale come Intesa Sanpaolo è cruciale”.