Ai conversazionale

Intelligenza artificiale e aziende, prende il via oggi la “Tim Ai Challenge”, l’iniziativa che si rivolge a startup, scaleup e aziende nazionali e internazionali per individuare soluzioni innovative di Intelligenza Artificiale da integrare nel portafoglio di servizi di Tim Enterprise, la business unit del gruppo dedicata alle aziende e alle Pubbliche amministrazioni. La sfida lanciata da Tim, realizzata in collaborazione con Eit Digital, Intesa Sanpaolo Innovation Center, Osservatorio Startup Thinking del Politecnico di Milano e ImpreSapiens – Sapienza Università di Roma, ha l’obiettivo – riferisce una nota – di arricchire l’offerta di soluzioni di Intelligenza artificiale con nuovi servizi in grado di accrescere l’efficienza di processi e sistemi e ottimizzare l’interazione con il cliente, accelerando la trasformazione digitale del tessuto produttivo italiano. L’iniziativa intende inoltre favorire l’evoluzione del settore grazie all’attivazione di nuove collaborazioni con aziende innovative che operano in questo ambito.

Intelligenza artificiale e aziende, Tim: Ai Challenge parte del programma di Open Innovation

La sfida rientra tra le attività previste dal programma di Open Innovation, e in particolare all’interno di Tim Growth Platform, il nuovo modello di innovazione che punta sulla collaborazione industriale con società ad alto potenziale con l’obiettivo di accelerarne la crescita. Saranno individuate, in particolare, le migliori soluzioni negli ambiti “Intelligent Data Processing”, che comprende applicazioni per l’analisi e l’estrazione di informazioni dai dati, utilizzabili, per esempio, per la realizzazione di previsioni, e “Natural Language Processing”, con soluzioni in grado di elaborare e interpretare il linguaggio fino alla produzione di testo in modo autonomo. Proprio questi ambiti, infatti, sono tra le aree di maggiore sviluppo del mercato dell’Intelligenza artificiale in Italia che nel 2022 ha raggiunto un valore di 1,7 miliardi di dollari, con un tasso di crescita annuo atteso del 34,1 per cento sino al 2027 quando raggiungerà un valore complessivo pari a 7,6 miliardi di dollari (fonte: Markets and Markets, Artificial Intelligence Market, Global Forecast to 2027).