Yobs, la startup che innova con un approccio data driven, raccoglie 2 milioni di euro

In tempi di Industria 4.0, gli incentivi fiscali e finanziari contenuti nell’ormai noto e collaudato piano del MiSE non sono i soli strumenti agevolativi a disposizione delle imprese che innovano.

Nell’ambito del programma Horizon 2020 e del Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici (EFSI), infatti, l’Unione Europea sostiene le PMI e le “Small Mid-cap” con finanziamenti assistiti dalla garanzia comunitaria “InnovFin – SME Guarantee” rilasciata dal Fondo Europeo degli Investimenti.

Soggetti beneficiari → Le imprese beneficiarie dovranno avere sede legale, parte sostanziale delle proprie attività produttive, direzione commerciale e attività di ricerca e sviluppo in Italia, nonché rientrare in una delle seguenti categorie:

– Piccole e Medie Imprese (PMI), secondo la classificazione comunitaria vigente, con meno di 250 dipendenti e un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro o, altrernativamente, un totale dell’attivo dello stato patrimoniale non superiore a 43 milioni di euro;

– Imprese a bassa e media capitalizzazione (Small Mid Cap), ovvero imprese non classificate come PMI aventi un numero di dipendenti non superiore a 499 unità espresse in termini di ULA.

Le imprese beneficiarie devono, inoltre, soddisfare specifici requisiti di eleggibilità che ne testimonino il sostanziale orientamento alla Ricerca e Sviluppo e/o all’innovazione (R&I).

Programmi agevolati → I finanziamenti garantiti da Innovfin possono essere impiegati dalle imprese beneficiarie per:

– investire nella produzione o sviluppo di prodotti, processi e/o servizi innovativi in presenza di un rischio di insuccesso tecnologico o industriale;

– liquidità aziendale, se l’impresa dimostra di avere un significativo potenziale di innovazione.

Caratteristiche tecniche → I programmi di investimento agevolabili possono essere finanziati attraverso strumenti di varia forma (mutuo chirografario, leasing), di importo compreso tra 25 mila e 7,5 milioni di euro, erogabili a tasso fisso o variabile con rimborso mediante il pagamento di rate posticipate secondo un piano di ammortamento con scadenze concordate di durata minima di 12 mesi e massima di 120 mesi. Sui finanziamenti è prevista una garanzia a prima richiesta e incondizionata, pari al 50% dell’importo erogato, rilasciata dal FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti).