Incentivi auto quanto rimane

In Italia è scattata la corsa agli incentivi auto 2022, con la piattaforma dedicata del Mise che è stata letteralmente presa d’assalto. Nelle prime dieci ore di apertura delle concessioni sono stati utilizzati circa 100 milioni di euro, in una settimana è stato utilizzato un quarto dei fondi stanziati per i veicoli con motori tradizionali, lasciando a disposizione di coloro che vogliono cambiare auto approfittando del bonus di 2000 euro rottamando una vettura pre Euro 5 solo 42 milioni e 500 mila euro. Cerchiamo dunque di capire quanto rimane dei fondi per poter usufruire degli incentivi auto 2022.

Incentivi auto 2022, quanto rimane

Stando a quanto riferito da Repubblica, con il trend attuale in pochi giorni potrebbe esaurirsi il plafond di 170 milioni dedicato ai veicoli nella fascia emissioni 61-135 g/km di CO2. I mezzi tradizionali a basse emissioni sembrano essere quelli più gettonati tra i consumatori e il budget stanziato sembra non essere sufficiente: sono già state incentivate oltre 63 mila vetture tradizionali, mild e full hybrid che superano i 61 g/km comprese, con oltre 128 milioni impegnati.

Per quanto riguarda le auto elettriche pure (fascia emissioni 0-20 g/km di CO2) rimangono più di 190 milioni rispetto ai 220 stanziati, mentre per le ibride plug-in (fascia emissioni 21-60 g/CO2) rimangono più di 204 milioni rispetto ai 225 milioni previsti. L’attenzione dei consumatori è tutta dunque ai mezzi tradizionali a bassa emissione, con l’elettrico che sembra ancora non convincere gli automobilisti.

Chi vuole usufruire degli incentivi auto deve dunque affrettarsi a richiederli, mentre per gli amanti delle due ruote il tempo è già scaduto. Il fondo per le moto non elettriche è infatti sfumato in poche ore e, già dal 25 maggio, i dieci milioni di euro stanziati dal governo non sono più usufruibili dai consumatori. Per ciclomotori e i motocicli elettrici, invece, ci sono ancora 8,5 milioni rispetto ai 15 stanziati.